come procede

Direi abbastanza bene.
Per i consumi tutto ok, ieri sono andata a fare la spesa (rinunciato alla spesa online) e ho comprato solo alimentari, poca roba, soprattutto frutta e verdura per sopravvivere fino a venerdì quando arriverà  la cassetta altoatesina.

I rifiuti non li sto collezionando per motivi logistici e di temperatura. Però sto segnando tutto quello che butto.
Finora ho buttato solo imballi e qualcosa di umido (noccioli della frutta, qualche avanzo di Leo). E’ veramente difficile ridurre gli imballaggi, soprattutto in una settimana, ci vuole tempo e organizzazione e io non ero pronta per questo anche perchè molte cose che sto usando le avevo già  in casa.
Avrei potuto acquistare le briosh nei sacchettoni invece che quelle confezionate singolarmente o meglio ancora fare una bella torta che è sicuramente più salutare. Stessa cosa per i detersivi (ho buttato un flacone di shampoo), meglio quelli alla spina. Ogni mattina butto una bustina di te, filtro e carta. Perchè non usare quello sfuso ? Non comporta particolare sbattimento in più (e come per molte altre cose, più ecologico è anche più economico oltre che salutare).

In ufficio ho preso il caffè solo al bar per evitare il bicchierino di plastica delle macchinette  e ho scelto il bar che sapevo non avere solo lo zucchero in bustina. Evito il pranzo fuori perchè praticamente tutti i locali utilizzano almeno tovagliette usa e getta. Il tovagliolo di carta posso sempre non prenderlo o portarmi il mio e le mie posate, ma mi vedete apparecchiare il tavolino del bar con la mia tovaglietta con le paperelle ??
Perciò una bella pausa pranzo al parco, via le scarpe, un’insalata, uno yogurt (e per questo ho già  la buona abitudine di prendere la confezione grande e portarmi dietro un vasetto riutilizzabile), decisamente più rilassante.

Oggi è il giorno dei trasporti. In teoria non dovrei usare mezzi che consumano carburanti fossili, quindi nemmeno quelli che vanno a elettricità .
Ma mi concedo di andare coi mezzi… non ho la bici e a piedi ci metto troppo (sempre che arrivi intera). Però niente scale mobili e niente ascensore.

Siamo a metà  settimana e il programma prevede di fare una buona azione sostenendo un progetto o un’organizzazione scegliendo fra chi si occupa di cambiamenti climatici, acqua o trasporti. Visto che ai referendum appena passati ho fatto un bel po’ di tam tam/scassamento per l’acqua pubblica e contro il traffico, ho scelto i cambiamenti climatici. Posterò su Facebook un link al giorno per tutta la settimana.
I prossimi giorni saranno dedicati al cibo, all’energia, all’acqua fino al gran finale del week end.
A risentirci.

direi abbastanza bene.
Per i consumi tutto ok, ieri sono andata a fare la spesa (rinunciato alla spesa online) e ho comprato solo alimentari, poca roba, soprattutto frutta e

verdura per sopravvivere fino a venerdì quando arriverà  la cassetta altoatesina.

I rifiuti non li sto collezionando per motivi logistici e di temperatura. Però sto segnando tutto quello che butto.
Finora ho buttato solo imballi e qualcosa di umido (noccioli della frutta, qualche avanzo di leo). E’ veramente difficile ridurre gli imballaggi, soprattutto

in una settimana, ci vuole tempo e organizzazione e io non ero pronta per questo anche perchè molte cose che sto usando le avevo già  in casa.

Ad esempio avrei potuto acquistare le briosh nei sacchettoni invece che quelle confezionate singolarmente, o meglio ancora fare una bella torta che è

sicuramente più salutare. Stessa cosa per i detersivi (ho buttato un flacone di shampo), meglio quelli alla spina. Ogni mattina butto una bustina di te,

filtro e carta. Perchè non usare quello sfuso ? Non comporta particolare sbattimento in più (e come per molte altre cose, più ecologico è anche più economico

oltre che salutare).

In ufficio ho preso il caffè solo al bar per evitare il bicchierino di plastica delle macchinette  e ho scelto il bar che sapevo non avere solo lo zucchero

in bustina. Evito il pranzo fuori perchè praticamente tutti i locali utilizzano almeno tovagliette usa e getta (il tovagliolo di carta posso sempre non

prenderlo o portarmi il mio e le mie posate, ma mi vedete apparecchiare il tavolino del bar con la mia tovaglietta con le paperelle ??)
Perciò una bella pausa pranzo al parco, via le scarpe, un’insalata, uno yogurt (e per questo ho già  la buona abitudine di prendere la confezione grande e

portarmi dietro un vasetto riutilizzabile), decisamente più rilassante.

Oggi è il giorno dei trasporti. In teoria non dovrei usare mezzi che consumano carburanti fossili, quindi nemmeno quelli che vanno a elettricità .
Ma mi concedo di andare coi mezzi… non ho la bici e a piedi ci metto troppo (sempre che arrivi intera). Però niente scale mobili e niente ascensore.

Siamo a metà  settimana e il programma prevede di fare una buona azione sostenendo un progetto o un’organizzazione scegliendo fra chi si occupa di cambiamenti

climatici, acqua o trasporti. Visto che ai referendum appena passati ho fatto un bel po’ di tam tam/scassamento per l’acqua pubblica e contro il traffico, ho

scelto i cambiamenti climatici, posterò su Facebook un link al giorno per tutta la settimana.

I prossimi giorni saranno dedicati al cibo, all’energia, all’acqua fino al gran finale del week end.

Rispondi