Area C, per me è si

Area C è il primo progetto vero di riduzione del traffico e dello smog a Milano.
Sostituisce il vecchio e inefficace Ecopass trasformandolo da pollution charge, paga chi inquina di più, in congestion charge dove pagano tutti.
In pratica dal 16 gennaio in via sperimentale per 18 mesi, tutte le auto che entrano nella cerchia dei bastioni dal lunedi al venerdi dalle 7,30 alle 19.30  sono soggette al pagamento di un ticket di 5 euro.
Sono previste agevolazioni per i residenti (40 ingressi gratuiti e i successivi a 2 euro) e sono esentati i mezzi di soccorso e di pubblica utilità  e le macchine elettriche, ibride, a metano. Tutte le info sono reperibili su areac.it

Perchè sostengo Area C?

  • Perchè è evidente che la situazione auto a Milano è diventata ingestibile.
  • Perchè la città  è letteralmente sommersa dal traffico.
  • Perchè pedoni, disabili, passeggini e ciclisti non contano più nulla, schiacciati (e non solo metaforicamente) da suv e parcheggi selvaggi.
  • Perchè i mezzi pubblici saranno più in orario e il tram non dovrà  attendere che l’autista della macchina parcheggiata sui binari abbia finito di bere il caffè.
  • Perchè lo smog di Milano è causato per il 70% dagli scarichi delle auto e non dalle caldaie, lo dice l’Arpa. Poi in inverno la situazione peggiora a causa delle condizioni meteo di ristagno.
  • Perchè meno auto significa più sicurezza per i pedoni, le biciclette, i bambini.
  • Perchè i proventi di questo pedaggio saranno impiegati per migliorare la mobilità  sostenibile, le piste ciclabili, bike e car sharing.
  • Perchè i milanesi hanno votato un referendum ambientale che chiedeva proprio questo.
  • Perchè lo smog causa gravi malattie. Asma, ridotta funzionalità  polmonare, morti premature, eccesso di coagulabilità  del sangue, ritardo nelle funzioni cognitive nei bimbi, problemi cardiovascolari nelle donne, ictus e embolie causate dagli scarichi dei diesel, trombosi venosa profonda causata dal particolato, tumori polmonari, diabete, cancro al seno causato dal biossido di azoto. E non lo dico io, ma importanti studi scientifici che potete leggere su Genitori Antismog.
  • Perchè avremo anche i dati relativi al black carbon, pericoloso composto che non viene monitorato dalle centraline, ma che è un ottimo indicatore di prossimità .
  • Perchè nei primi 14 giorni di gennaio è stato superato il limite del Pm10 per 10 volte e nel 2011 i giorni oltre la soglia sono stati 147, contro un massimo di 35 imposto dall’ Unione Europea.
  • Perchè quando abitavo a Bergen in Norvegia, nel 1996, pagavano tutti indistintamente senza batter ciglio. Bergen ha meno di 250mila abitanti ed è stata la prima città  europea a istituire un pedaggio nel 1986.
  • Perchè è una scelta coraggiosa, non è facile chiedere di pagare per una cosa apparentemente inconsistente come l’aria pulita.
  • Perchè i benefici supereranno i disagi.
  • Perchè non è la soluzione perfetta, ma solo con il nostro sostegno potrà  migliorare.
  • Perchè spesso è necessario fare un passo indietro per poter andare avanti.
  • Perchè alla salute di mio figlio tengo più che al portafogli.

Chiudo riportando una frase di Alfredo Drufuca, esperto in pianificazione dei trasporti e tecnica del traffico:

Area C è un messaggio al cittadino: ‘stai per entrare nell’area di Milano più servita dal trasporto pubblico. Tram, autobus e metropolitana potrebbero portarti ovunque, ma tu hai scelto l’auto. Un mezzo che nuoce alla salute tua e dei tuoi concittadini.

(foto: genitoriantismog.it)

2 thoughts on “Area C, per me è si

  1. Pingback: presentami un blog, la CaT di Mammafelice | ed allora rallentò... | la tartaruga |La Tartaruga casalinga

  2. Pingback: Milano dove vai ? | ed allora rallentò... | la tartaruga |La Tartaruga ambientalista

Rispondi