cronaca di una domenica mattina

La domenica non è iniziata nel migliore dei modi.
Mi sono svegliato alle 6.45 e nonostante la mamma e il papà  mi chiedono insistentemente di andare nel lettone, non ci voglio andare.
A me piace stare nel mio lettino rosso. Dopo un po’ decido di far contenta la mamma, prendo i miei tre amici, OrsoLella, Klin e TopoTommaso e salto dentro al lettone.
Oramai però il sonno è passato e anche se la mamma e il papà  cercano di nascondere la testa sotto ai cuscini sono riuscito a farli alzare per andare a preparare la colazione.
Latte, fette con la marmellata, un bel pastrugno di biscotti spappolati su tovaglia, bavaglia, maniche del pigiama… La colazione del sabato e della domenica è proprio una cosa divertente!
Ma questa mattina non vedevo l’ora di alzarmi perchè la mamma mi ha promesso che faremo il Didò !!
Infatti, dopo aver mangiato, lavato mani e denti ed essermi vestito, ho indossato il mio grembiulino rosso e mi sono arrampicato sulla sedia della cucina.
La mamma ha già  steso la tovaglia di plastica gialla e ha tirato fuori la bilancia e gli ingredienti.
Insieme abbiamo messo tutto nel pentolino, poi la mamma l’ha cotto qualche minuto e ancora caldino abbiamo inziato ad impastare. La mamma ha aggiunto un po’ di colore e così abbiamo fatto delle palline gialle, altre rosse, altre arancioni.
Che bello. Giocare con il didò è forse la mia attività  preferita. Mattarello, tappi, forchettine e coltelli di plastica sono gli indispensabili strumenti di lavoro.
Ho giocato con il didò per più di un’ora, da solo, senza mai chiedere “mamma mi fai questo”, come faccio di solito.
La mamma e il papà  sono contentissimi, è la prima volta che mi vedevano così tanto concentrato. E soprattutto anche loro possono rilassarsi un pochino, pur rimandendo sempre qui vicino a me.
Quando si mi sono stancato di impastare sono andato in cameretta col papà  a giocare. Abbiamo montato il trenino di legno, con un sacco di curve, sopraelevate e incroci. Intanto che la mamma prepara la pappa noi giochiamo qui, gli ho detto.
Allora la mamma, approfittando di quell’attimo di libertà , aveva deciso di preparare un piatto nuovo, gli hamburger di lenticchie.
Le verdure gli piacevano, ma in questa forma non le aveva mai mangiate, infatti quella “carne” gli era sembrata un po’ strana, ma poi l’aveva finita tutta.
Dopo aver aiutato il papà  a preparare il caffè, siamo stati un pochino sul divano a guardare la televisione. Strano perchè di solito la guardiamo la sera, dopocena, due episodi di Pingu e poi via a lavare i denti…
Questa volta invece ho chiesto di vedere la Maestra Magica e il mio pezzetto preferito, quello dei pinguini che ballano.
Poi però la stanchezza inizia a farsi sentire. Vado verso il mio amato lettino rosso, i tre amici erano già  li ad aspettarmi.
Questa volta il pisolino pomeridiano me lo sono proprio meritato !!

PS (della mamma): la Maestra Magica sarebbe Mary Poppins, il pezzo con i pinguini è questo.
Per il Didò autoprodotto e la ricetta dei veggie burger, farò un post apposito.

3 thoughts on “cronaca di una domenica mattina

  1. Pingback: oggi facciamo il didò | ed allora rallentò... | la tartaruga |La Tartaruga ecomamma

  2. Pingback: veggie burger | ed allora rallentò... | la tartaruga |La Tartaruga casalinga

  3. Pingback: costume di carnevale | ed allora rallentò... | la tartaruga |La Tartaruga casalinga

Rispondi