Lester Brown a Milano – dibattito sulla scarsità  di cibo

Venerdì scorso sono stata al Castello Sforzesco ad ascoltare una delle menti più illuminate degli ultimi anni.
Economista, 25 lauree ad honorem, scrittore di libri tradotti in 40 lingue.
Ambientalista fra i più influenti della storia contemporanea,  fondatore del Worldwatch Institute e del Earth Policy Institute.
Lester Brown era a Milano per presentare il suo ultimo libro “Full Planet, Empty Plates”, tradotto impietosamente “9 miliardi di posti a tavola”.
Insieme a lui erano presenti Lucia De Cesaris assessore all\’Urbanistica, Pierfrancesco Maran, assessore all’Ambiente, Gianfranco Bologna, direttore scientifico di WWF Italia e Lorenza Gallotti, direttore del settimanale online E-gazette. Era purtroppo presente anche un’interprete che ha completamente stravolto ogni risposta fornita da Brown…

Il Dottor Brown ha sottolineato come la scarsità  di cibo e di acqua sia diventata uno dei più grossi problemi del nostro Pianeta.
Purtroppo milioni di persone non possono permettersi ulteriori sacrifici e spesso non riescono a pianificare i pasti per tutta la settimana, questo potrà  causare una notevole instabilità  politica oltre che un disastro ambientale.

Il cibo è il nuovo petrolio, la terra è il nuovo oro, dice. Dovremo costruire città  sostenibili e ridurre il consumo di suolo. Solo così potremo evitare il collasso della società  e dell’ambiente.

Il lavoro più famoso di Lester Brown è “Piano B” del 2003, che poi si è evoluto negli anni in versioni successive fino al “Piano B 4.0” del 2009.
Sono tutti interamente (e legalmente) disponibili on line (qui il link al 4.0 in italiano) che vi consiglio caldamente di leggere, perché c’è sempre un piano B e possiamo fare qualcosa anche noi.

PS: la foto è terribile, la luce poca, ho scattato con l’Ipod Touch, niente flash… la prossima volta mi porto la Nikon. Promesso.