la raccolta delle figurine

Lunedì mattina stavo leggendo questo post, lunedì pomeriggio torno a casa e trovo Leo che attacca figurine con la nonna !
L’album, lo stesso del post di Yummymummy, gli è stato regalato davanti alla scuola insieme a due pacchetti di figurine.

Si tratta degli Amici Cucciolotti della Pizzardi Editore.

Anche io quando ero piccola collezionavo le figurine, avevo l’immancabile album degli animali e quelli dei cartoni in voga al momento. Mi ricordo quello di Furia Cavallo del West (forse il primo che ho fatto), Remi, Lady Oscar, ho fatto anche qualche album dei calciatori !

Mi ricordo gli scambi coi compagni, con le cuginette lontane e quando ne mancavano poche, mia mamma me le faceva arrivare per posta dalla Panini.
E che festa quando arrivava la bustona !

Se vado nel solaio dei miei genitori sono sicura di ritrovarli tutti, visto che mia mamma non butta via niente.

Però io andavo già  alle elementari, quindi sapevo già  leggere sia i numeri sia le didascalie e le storie sull’album.
Leo invece ha “solo” 3 anni e mezzo, conosce molto bene i numeri, ma ancora non ha capito l’ordine. Non sa che quelli a tre cifre vengono dopo quelli a due, ad esempio.

Ovviamente a Leo questo non interessa ! Lui mi legge il numero sulla figurina (una cifra alla volta, tipo uno sette quattro), io apro la pagina corrispondente, cercando di fargli vedere che sono in ordine, che dopo quelle che iniziano per 1 ci sono quelle che iniziano per 2, ecc.
Lui cerca attentamente il numero, quando lo trova grida contento “Eccoloooo”, io gli apro leggermente la figurina (dice che hanno la colla molto forte e non ha le unghie !!) e poi le incolla con gran precisione, prende le misure, le gira, le guarda e infine attacca.

Io non sapevo se lui fosse interessato a continuare la raccolta o se fosse contento per la novità , ma ieri con la nonna ha comprato altre bustine. Siamo stati un’ora buona ad attaccare, cercare, leggere le storie. Ho capito che la cosa gli piace, per cui continueremo a comprarle (almeno finché non si stuferà  da solo).

Certo, seicento e rotti figurine non sono poche per un album. Quelli di quando ero piccola io, mi pare non superavano le 200…
Ogni bustina costa 0.50 centesimi e contiene 7 figurine, che mi sembrano abbastanza. Comunque ho visto che su internet c’è un bel giro di scambio di doppioni (la stessa Yummymummy chiede di contattarla per fare degli scambi) e con 600 figurine ci saranno di sicuro tanti CELO CELO.
Vedremo se a scuola ne parleranno e se farà  scambio anche con i compagni, un buon modo per capire che si può essere amici anche fuori dalle aule.

In quanto all’album, è un po’ un misto di storie e disegni. Parla di animali vari, dai cani agli uccellini, di come accudirli, ma anche di dinosauri, fate e streghe. In più ha una serie di figurine “speciali”, trasparenti, fluo, a due facce, alcune rettangolari, altre di forma varia…
Insomma ce n’è per tutti i gusti.

E accontenta anche i miei gusti “verdi”.
All’inizio ero un po’ scettica, tutti questi album regalati, quanta carta sprecata… e poi le bustine si possono mettere nella raccolta differenziata della carta, ma il retro delle figurine no.
Ovviamente appena ho dato un’occhiata ho cambiato idea. Per prima cosa perché non si possono privare i bambini di tutto in nome dell’ambiente, se l’album piace e viene letto, non è certo  carta sprecata.
Poi ho visto che la carta proviene da foreste certificate, ma soprattutto che completando la raccolta, si contribuisce a sostenere un importante progetto. L’editore donerà  infatti 200.000 euro all’Enpa (Ente Protezione Animali) per acquistare 2000 cucce per i trovatelli da loro gestiti.
In 7 anni di collaborazione, la Pizzardi ha già  donato 600.000 euro.

Inoltre l’album e 500.000 bustine vengono regalati nei reparti pediatrici degli ospedali dove operano i volontari ABIO.

Degli ottimi motivi per completare la raccolta.

PS: Il post non è stato sponsorizzato da nessumo. Al momento non abbiamo ancora doppioni, ma prevedo ne arriveranno fra poco. Se volete scambiare mandatemi un messaggio a contattami@latartaruga-fio.com

One thought on “la raccolta delle figurine

  1. Pingback: numero verde contro l’abbandono | La tartaruga

Rispondi