stop ai test animali per i cosmetici

Da oggi, 11 marzo 2013 è vietato fare qualsiasi tipo di test su animali per i prodotti cosmetici sugli ingredienti contenuti.
I test sui prodotti finiti erano già  vietati dal 2004.
Per prodotti cosmetici non si intendono solo prodotti per il make up, rossetti, mascara ecc..ma anche creme varie, shampoo, bagnoschiuma, schiume da barba, saponi.
I testi sugli ingredienti non vengono effettuati dalle aziende finali, ma proprio da chi produce l’ingrediente per cui queste aziende dovranno investire tempo e denaro per trovare e utilizzare metodi alternativi. E visto che la legge prevede che se esistono metodi di test non cruenti si è obbligati ad usare quelli, il divieto di testare sugli animali si espanderà  anche agli altri settori in cui è necessario fare test tossicologici.

Ecco che questo che può sembrare un piccolo settore, diventa il settore trainante per fermare definitivamente tutta la sperimentazione sugli animali.

I test che vengono richiesti per un prodotto cosmetico riguardano l’irritazione della pelle e degli occhi, la corrosione della pelle e le interazioni con la luce (se l’ingrediente esposto alla luce può diventare irritante o tossico). Immaginate cosa possono fare per provarlo sugli animali…

L’importante adesso è non sedersi sugli allori ma continuare a farci sentire per estendere il divieto a tutti i paesi del mondo e a tutti i prodotti, compresi quelli farmaceutici.
Nel frattempo io continuo a comprare solo prodotti che non sono testati sugli animali, non è difficile reperirli nemmeno nei supermercati, ad esempio i prodotti Coop, basta leggere l’etichetta oppure cercare su internet quali sono le azienze cruelty-free.

Rispondi