Il sasso magico

C’era una volta, in un paese lontano lontano, un principe che abitava insieme alla sua principessa ed a un principino.

Il principe era bello e bravo, ma aveva un piccolo problema…talvolta le sue ascelle, in particolare la destra, non avevano un buon profumo.
La principessa, che era molto saggia, gli diceva sempre “usa il sasso magico e vedrai“. Ma il principe, che oltre ad essere bello e bravo era anche molto testardo, non voleva usare il sasso, anzi diceva che non era per nulla magico.

Così per ovviare al suo problema usava degli strani aggeggi con una pallina in fondo e con dentro un liquido brilluccicoso.
C’è l’alluminio, diceva, è prezioso…
Ma la principessa lo metteva in guardia da quel metallo, fai attenzione è pericoloso.

Allora il principe si mise a cercare, cercare, cercare. Finalmente trovò un amico nuovo che lo aiutò. Era un buon amico, si chiamava Victor e non conteneva quel metallo, anzi si racconta che avesse una storia molto particolare.

Per un po’ di tempo, Victor si dimostrò un amico fidato. Lui e il principe andavano in giro spesso insieme e il problema per un po’ rimase lontano.
Ma poi, forse geloso di quell’amicizia, il problema tornò. Come prima, più di prima.
Il principe, deluso dal tradimento del suo amico Victor decise di ascoltare la principessa e per la prima volta provò il sasso magico.

Il sasso è un allume di potassio detto anche allume di rocca (che il principe – oltre a essere bello, bravo e testardo è anche un simpatico burlone – ha soprannominato Allure di Rocco), va leggermente inumidito e passato sulle zone critiche, può essere usato anche dopo la rasatura e non ha controindicazioni, a meno che non lo ingerite…

Da quel giorno, grazie al sasso magico, il principe, la principessa, il principino e tutti quelli che li incrociavano vissero felici e contenti.

2 thoughts on “Il sasso magico

Rispondi