ATS: aderisci al ticket sharing

Forse sarà solo una provocazione, ma negli scorsi giorni sono apparsi nella metropolitana di Milano dei contenitori per la “raccolta differenziata” dei biglietti non ancora scaduti.
Il biglietto urbano vale 90 minuti e spesso il nostro viaggio ne dura di meno. Perché quindi buttare un biglietto che può essere ancora utilizzato da qualcun altro ?
Così il Coordinamento autonomo studenti e collettivi Lambrate ha pensato di protestare contro il continuo aumento del prezzo dei biglietti e degli abbonamenti, che penalizzano soprattutto gli studenti. Allora via alla condivisione dei biglietti non ancora scaduti.

Può essere un bel modo non solo per venire incontro a chi ha delle difficoltà, ma può anche essere un incentivo all’uso dei mezzi pubblici a discapito della macchina. Quante volte abbiamo pensato 1 euro e mezzo per fare due fermate ? già che ci sono vado in macchina…

A me l’iniziativa piace, ma mi sorge un dubbio: quando voglio utilizzare un biglietto di quelli, come faccio a capire se nel frattempo non sia scaduto ?
Mi metto a provarli tutti ? e quanto è alto il rischio che i contenitori dei biglietti diventino dei cestini della pattumiera ?

Inoltre ATM, che ancora non si è pronunciata in merito, scrive che il biglietto è un documento personale e non cedibile, quindi questa potrebbe essere una pratica fuorilegge.

Pare che a Berlino il ticket sharing esista già da un po’ e funzioni. Qualcuno sa come fanno loro ?

ATS

Rispondi