La gita di Pasquetta

Siamo arrivati finalmente alle vacanze di Pasqua, scuole chiuse, giorni di ferie dall’ufficio e tanto tempo per stare insieme.
Dopo il pranzo di Pasqua, il lunedì è tradizione fare la gita fuori porta.
Tradizione condivisa da molti e se ci andiamo in macchina rischiamo di passare buona parte della giornata in coda.

Le soluzioni alternative ci sono.
Il treno ad esempio. Intorno a Milano ci sono tanti posti carini raggiungibili col treno, penso ai laghi, Como, Lecco, Maggiore, fermandosi in qualche stazione più piccolina. C’è sempre un posto dove mangiare in riva al lago.

Oppure con i mezzi o con la bicicletta possiamo andare a fare un picnic in un parco cittadino. Milano ha dei bei parchi (Sempione, ma anche l’Idroscalo), dove si riesce a dimenticare di essere in città.

Cosa portare per questo picnic ?
La coperta a quadretti da stendere sull’erba, meglio se con un lato impermeabile, ma anche delle vecchie coperte o copriletti possono andare bene.
Piatti e bicchieri di plastica (si dai in questo caso vanno bene), però quelli di plastica dura che possono essere lavati e riutilizzati. Mentre le posate vanno bene quelle di casa in acciaio. Anche i tovaglioli possono essere quelli di stoffa che usiamo in casa.
Evitiamo così di riempire i cestini (spesso l’unico cestino della zona) con le nostre stoviglie usa e getta.
Ricordiamo di portare anche dei sacchetti per raccogliere la spazzatura.

E da mangiare ? Qualcosa che sia buono anche freddo e che si possa mangiare senza troppa difficoltà, anche con le mani.
Per cui torte salate, frittatine, piccoli panini o tramezzini, pizzette (magari fatte da noi con i bimbi), ma anche una pasta fredda o un’insalata di riso se ci piace.
Poi verdura già pulita e tagliata, tipo carote, finocchi, sedano… stessa cosa per la frutta.
Tutto trasportato in contenitori di plastica ermetici, così le cose non si schiacciano e non sbrodolano dappertutto.
Ovviamente dovremo portare anche dei dolcini, una torta già tagliata a fette o dei muffin che sono già porzionati.
Da bere la nostra fidata borraccia con l’acqua (che potremo anche riempire sul posto) e per i più grandi un thermos con tè o caffè caldi.

E se il tempo è incerto o piove e non vogliamo rischiare di allontanarci troppo ?
I fortunati possessori di casa con giardino potranno godersi un bel pranzo sull’erba di casa, chi invece non ce l’ha può sempre fare un picnic in salotto.
I bambini si divertiranno un sacco lo stesso a mangiare seduti per terra.

L’importante è passare una bella giornata tutti insieme.

picnic

Rispondi