Planner settimanale da scaricare

Che io sia una fan delle liste e dell’organizzazione (e che forse soffro di DOC) l’avrete certamente capito.
Mi piace fare tante cose in casa, dall’autoproduzione (pane, yogurt, l’orto per esempio) alle pulizie. No, cioè non è che mi piaccia. E’ che non mi piace che le facciano altri al posto mio.
Qualcuno mi ha chiesto, ma tu ti alzi alle 5 per fare tutto ?
No. Certamente no. Non mi sento certo una wonderwoman e non credo di fare granchè.
Semplicemente riesco ad organizzarmi.
Faccio poco tutti i giorni, evitando che la casa cada nel caos (o per lo meno che non raggiunga livelli stellari… il caos con un bambino di 5 anni è una costante).

Dopo anni di tentativi e di cene cucinate a caso, ho preparato un pianificazione settimanale delle cose da fare: una parte con la descrizione dei pasti e una seconda con  le attività ricorrenti (tipo la palestra o l’arrivo dell’ortolano), le pulizie e le attività di casa che generalmente si ripetono identiche ad ogni settimana.

Quello che mi fa perdere più tempo in assoluto è decidere cosa cucinare, anche perché non ho una grande fantasia, ma è necessario prepare un menù gustoso, completo e variato.

Il fulcro di tutto è il menù di Leo alla scuola materna. In base a quello che mangia lui a mezzogiorno pianifico le cene e i pranzi in ufficio.

Ho un foglio excel in cui segno il menù settimanale della scuola, a fianco metto il mio pranzo (e di Fede anche se lui ha un servizio di consegna pranzo in ufficio) e poi il menu della cena.
In questo modo evito di porporre per cena proprio quello che Leo ha mangiato a pranzo e ho immediatamente sott’occhio se stiamo mangiato troppa carne o se ho già fatto le uova ecc…
Come ho detto, ho poca fantasia e spesso mi dimentico quello che ho nella dispensa.
Allora ho anche una colonna con tutto quello che devo consumare entro la settimana generalmente frutta e verdura.
Se so di avere in casa le melanzane posso preparare la pasta alla norma o farle alla griglia e non rischio che ammuffiscano nel cassetto del frigorifero. Ma anche le cose fresche che si stanno avvicinando alla data di scadenza. Sotto a queste due voci lascio uno spazio per gli avanzi dove segno cosa c’è e quando l’ho cucinato (es. riso in bianco – giovedì). Generalmente gli avanzi diventano il mio pranzo di mezzogiorno…

La particolarità (per me) del mio planner è che la settimana inizia con il sabato e non con il lunedì.
Il venerdì pomeriggio mi ritaglio un’oretta per programmare i pasti della settimana successiva, così al sabato faccio la spesa e posso integrare con eventuali ingredienti mancanti e soprattutto non mi riduco a prepararlo la domenica sera, che per me è il momento più complicato della settimana.

Se volete provarci anche voi, potete scaricare il mio planner settimanale cliccando sul link qui a fianco.
Fatemi sapere come vi trovate.

Weekly Planner

Rispondi