Un weekend a Bruxelles con i bambini

Bruxelles è la capitale d’Europa, ma spesso viene un po’ dimenticata quando si pensa alle grandi capitali europee a favore di altre città più turistiche come Parigi, Londra, Vienna o Praga… Eppure è una città bellissima con tantissime cose da vedere.
Noi ci siamo stati lo scorso anno in occasione del ponte del Primo Maggio per 4 giorni.
Siamo partiti da Milano Linate con Alitalia, che offriva una tariffa molto più vantaggiosa della low cost intorno all’ora di pranzo e dopo circa un’ora e mezza siamo atterrati a Bruxelles Zaventem, a pochi chilometri del centro. Dall’aeroporto abbiamo raggiunto l’alloggio in treno.

La città è piuttosto piccola, la maggior parte delle cose da vedere sono contenute entro il perimetro dei viali della circovallazione che disegnano un pentagono (la zona viene infatti chiamata Pentagone). Studiando le tappe è possibile raggiungere tutti i punti di interesse a piedi, ma è comunque servita comodamente da 4 linee della metropolitana.

Ecco quali sono state per noi le cose da vedere a Bruxelles con i bambini:

1) ATOMIUM: imperdibile. Questa strana costruzione a forma di cristalli di ferro ingrandito 165 miliardi di volte, è stato costruito in occasione di EXPO 1958. Già da fuori colpisce per la sua imponenza, all’interno le varie sfere sono collegate da una serie di scale mobili “futuristiche”, ad ogni piano ci sono mostre permanenti e temporanee e dall’ultimo piano si gode una bellissima vista a strapiombo sul parco sottostante.
E’ comodamente raggiungibile col treno. Oltre all’Atomium, è possibile visitare anche la Mini-Europa e il parco divertimenti acquatico Oceade. A poche centinaia di metri c’è anche un piccolo museo dell’Agenzia Spaziale internazionale, non offre molto, ma ai bimbi che amano le cose spaziali può piacere (e poi si gira in fretta ed è gratis… )
http://www.atomium.be/

2) I FUMETTI: il Belgio è la patria di molti disegnatori. Sono nati qui i Puffi, Lucky Luke e i Dalton, Tintin, Asterix… a Bruxelles è possibile fare una vera e propria caccia al tesoro alla ricerca dei murales con i protagonisti dei fumetti. All’ufficio del turismo è disponibile la mappa degli edifici decorati, così da poter organizzare la visita della città seguendo i disegni. Noi ne abbiamo visti solo alcuni, ma Leo voleva vedere a tutti i costi i Dalton, e ci siamo riusciti !
Se questo non vi basta, il Museo del Fumetto vi racconterà tutto quello che avreste sempre voluto sapere su questa forma d’arte.
https://www.comicscenter.net

3) IL SURREALISMO DI RENE’ MAGRITTE: al pittore nato alla fine dell’800 è dedicato un bel museo nella piazza centrale di Bruxelles, che ospita la sua più grande collezione. Il surrealismo è strano e divertente per i bambini e nonostante le 200 opere non si annoiano. Anche il famoso Impero delle Luci, che sembra una foto ma è un dipinto li lascerà incantati.
http://www.musee-magritte-museum.be/

4) I DINOSAURI: con più di 30 scheletri, il Museo di Storia Naturale ha la galleria dedicata ai dinosauri d’Europa. Poi giganti marini, fossili, insetti… fatto molto bene, ordinato, molto a misura di bambino.
https://www.naturalsciences.be

5) GLI STRUMENTI MUSICALI: di fianco alla Grand Place, la piazza principale di Bruxelles, in un bellissimo edificio Art Nouveau decorato con note e pentagrammi, c’è il Museo degli strumenti musicali. 4 piani di storia della musica, quasi 1200 strumenti da guardare e ascoltare grazie alle cuffie wireless.
www.mim.be

6) IL PARLAMENTO EUROPEO: di poco fuori dalla circonvallazione, immerso in un parco verde, il Parlamentarium racconta la storia della Comunità Europea e dell’integrazione fra le culture. Sono rappresentati tutti gli Stati e tutte le 24 lingue ufficiali.
http://www.europarl.europa.eu/

7) IL MANNEKEN PIS: per ultimo il simbolo di Bruxelles, che piace tanto ai bambini perchè è un bambino birichino che fa la pipì ! Ogni tanto si travesta, noi l’abbiamo visto vestito da turista. Attenzone è molto più piccolo di quello che sembra in foto!
In giro per la città si trovano anche la bambina e il cane…
http://www.manneken-pis.be/

Questo è quello che abbiamo visto noi, ma volendo c’è molto altro (l’Autoworld ad esempio), ma con i bambini è meglio fare le cose con calma, vedere qualcosa meno ed evitare di trascinarli in giro a tutti i costi.

Ammetto che è una città particolare: alcune zone sono bellissime, dall’architettura grandiosa o con tanto verde, ma sono affiancate da zone decisamente “normali”. La maestosa Grand-Place, la cattedrale gotica, la zona di Marolles decisamente più caratteristica e multietnica, tanti giardini, fontane, salite e discese… vale la pena di farci un pensierino per un week end insieme.

Vi lascio la gallery con alcune foto fatte l’anno scorso. Se ci cliccate sopra si aprono a tutto schermo.

21.atomium parco

One thought on “Un weekend a Bruxelles con i bambini

  1. Pingback: Un weekend a TorinoLa Tartaruga | La Tartaruga

Rispondi