Il cambio dell’armadio

L’autunno è arrivato, le temperature si stanno pian pianino abbassando ed è arrivato il fatidico momento del cambio dell’armadio !
Per qualcuno è un momento di gioia: con la nuova stagione c’è la scusa per fare un po’ di shopping, per qualcun’altro invece è fonte di stress.
Per me è il momento giusto per fare un po’ di ordine e di pulizia. Vediamo insieme come lo faccio.
Io tengo le cose della stagione in corso nella metà in basso dell’armadio, appese o piegate sui ripiani, mentre l’altra stagione è chiusa in un paio di grosse scatole nella parte alta.

Per prima cosa preparo due sacchi, in uno metterò le cose da buttare perchè troppo vecchie o rovinate, nell’altro invece le cose che posso dare a qualcuno.

Poi svuoto completamente l’armadio. Metto tutti i vestiti sul letto, le scatole le appoggio per terra (meglio se su un tappeto per non sporcarle) e poi pulisco bene i ripiani e le ante.
Poi comincio a togliere dalle scatole gli indumenti – in questo caso invernali – che vado a sistemare nei ripiani o appesi a seconda del tipo e della lunghezza.
Raggruppo tutto secondo la regola dei simili.
Io appendo i vestiti, i pantaloni e le gonne. Mentre maglie, maglioni e camicie stanno piegati sui ripiani.
Cerco di ordinare le cose appese per lunghezza, i vestiti più lunghi verso un lato e le cose più corte al centro, così da poter avere dello spazio anche sotto nel caso avessi bisogno.
Sui ripiani invece vado in ordine di pesantezza, parto dalle magliette a maniche lunghe, poi le camicie, sotto i maglioncini più leggeri e nei ripiani inferiori i maglioni di lana più grossi e ingombranti, che sono anche quelli che uso di meno visto che a Milano non fa mai troppo freddo.

Man mano che riempio l’armadio metto da parte quello che non mi sta più di taglia (tanto non torno al fisico dei 20 anni…) o che non mi piace più ma è ancora buono e li infilo nel sacco delle cose da dare via. Quello che è troppo usurato, rovinato, fuori moda invece va nel sacco delle cose da buttare. Io elimino solo le cose della stagione che sta per arrivare, in questo caso l’inverno, per due motivi: uno perchè mi concentro su quello che voglio indossare adesso e non su quello che mi potrà piacere ancora fra 6 mesi e secondo perchè se devo donarlo a qualcuno, devo dare cose che servono in questo periodo. E ricordiamo che se un capo non viene indossato per un paio di stagioni, vuol dire che non lo metteremo più, eliminiamolo senza pensieri.

Cerco sempre di lasciare dello spazio libero sia sui ripiani sia sull’asta appendiabiti, mi piace poter muovere i vestiti quando li prendo e li ripongo e se sono troppo schiacciati si rovinano.

Gli accessori come cappelli, sciarpe o guanti li tengo in una scatola con la finestra trasparente per poter vedere il contenuto e aprire quella giusta al momento giusto.
Calze e intimo invece sono nei cassetti.

    Quindi riassumendo:

  • svuotare
  • pulire
  • riempire per categorie
  • riempire per dimensione/pesantezza
  • eliminare quello che non ci va/non piace/è rovinato
  • lasciare dello spazio libero
  • le cose piccole nelle scatole

Le scarpe le metto in una scarpiera a parte, non sopporto quelle foto in cui si vedono le scarpe negli armadi insieme ai vestiti !
Anche le borse le tengo in un’altra parte (vicino alle scarpe), tengo però nell’armadio quelle di pelle, infilate in buste di stoffa, meglio se con qualcosa dentro (o una dentro l’altra o ci metto qualche sciarpina) per tenerle in forma.

E i capi dell’altra stagione ?
Quelli vanno tutti nelle scatole che ho appena liberato ben piegati. Ovviamente devono essere puliti, se qualcosa è ancora a lavare lo ripongo appena è pronto. Anche per le scatole seguo la regola dei simili: gonne, vestiti, pantaloni da una parte, magliette e golfini, intimo e pigiami dall’altra. Ogni scatola poi viene etichettata così se mi servisse qualcosa so subito dove trovarlo.
Nelle scatole metto dei sacchettini con della lavanda, chiodi di garofano o alloro per tenere lontane le tarme.

Come nelle diete, la parte difficile è il mantenimento. Ma se le cose sono organizzate bene, se ogni cosa ha un posto e c’è un posto per ogni cosa, sarà semplice tenerlo in ordine ed efficiente fino alla prossima stagione.

PS: se hai bisogno d’aiuto con il cambio dell’armadio, chiamami.
http://www.latartaruga-fio.com/sono-anche-professional-organizer/

Rispondi