Organizzare un viaggio a New York con i bambini

Ma veramente non avevo ancora scritto un post sul nostro viaggio a New York?
Sono passati quasi due anni e devo subito rimediare !

New York è una città che affascina grandi e bambini. C’è così tanto da vedere che bisogna per forza fare una scelta, se ci state una settimana potrete vedere solo le attrazioni principali, se invece avete qualche giorno in più a disposizione potrete anche fare un giro nei dintorni.

Noi ci siamo andati nel 2016 per le nostre vacanze estive e abbiamo deciso di rimanerci circa 20 giorni, sia per “ammortizzare” il fuso orario sia per prendercela con calma, so che Leo non ha sempre voglia di stare in giro tutto il giorno.

New York

QUANDO ANDARE – IL CLIMA

New York, per il suo clima fortemente continentale, ha inverni molto rigidi ed estati molto calde. In più essendo sul mare e al confluire fra l’aria fredda proveniente dal Canada e fra la calda corrente del Golfo che sale dal Messico, è spesso instabile con piogge e venti forti.
Fra i mesi estivi abbiamo così scelto giugno, che è caldo ma non ancora afoso. Siamo partiti subito dopo la fine della scuola (intorno al 15 giugno e siamo rientrati la prima settimana di luglio). Siamo stati molto fortunati, abbiamo avuto qualche acquazzone ma il tempo era sempre soleggiato e fresco. Solo gli ultimi giorni ha iniziato a fare molto caldo.
In ogni caso, sia che faccia caldo, sia che faccia freddo, gli americani amano l’aria condizionata. Soprattutto nei locali pubblici, supermercati e metropolitana a volte fa proprio freddo per cui, non dimenticate di portarvi sempre dietro una felpa o una sciarpina per la gola.

DOVE ALLOGGIARE

La durata del soggiorno ci ha fatto scegliere per alloggiare in un appartamento. Avere la possibilità di cucinare a casa almeno una volta al giorno e di poter rimanere a riposare, secondo me è fondamentale quando si viaggia con i bambini.
Noi abbiamo trovato un bellissimo appartamento su Airbnb con sala, angolo cucina (piccolo, si sa che gli americani non amano cucinare), camera matrimoniale e cameretta per Leo. In più vivere in una vera brownstone (al quinto piano senza ascensore…) è da veri americani !!!
Meglio in città o meglio fuori ? Anche se ben collegata dai treni alle zone periferiche, secondo me è sempre meglio rimanere in città per non perdere tempo negli spostamenti (soprattutto la sera quando si rientra stanchi).
Per quanto riguarda le zone, New York è tutta bella e secondo me potete trovare case belle ovunque. Noi l’abbiamo trovata sull’85° a due strade dal Central Park, dalla fermata della metro e da Whole Foods ! una combinazione perfetta !

COME ARRIVARE – IL VOLO

New York è servita da molte compagnie aeree che hanno voli diretti dall’Italia. Cominciate a guardare i prezzi alcuni mesi prima e iscrivetevi alle newsletter delle varie compagnie per essere avvisati delle promozioni.
Noi abbiamo viaggiato con Emirates, sia perché il prezzo era competitivo, sia perché si viaggia con l’Airbus A380. Leo è da quando era piccolo che ammirava l’airbus, grazie ad un libro sui veicoli che diceva “L’Airbus A380 è l’aereo di linea più grande del mondo, chissà se un giorno lo prenderai anche tu” ! Vi lascio immaginare l’emozione quando l’ha visto all’aeroporto.
Inoltre si viaggia comodamente, ha film e giochi anche in italiano, si possono scegliere diversi tipi di menu (anche per bambini) e ad ogni bambino viene sempre regalato un piccolo gadget.
Inoltre il volo parte da Milano nel pomeriggio e arriva a New York che per noi è oramai notte. In aereo si cena e appena arrivati Leo è crollato dal sonno. Al mattino si è svegliato bello fresco e quasi non ha sentito le 6 ore di fuso orario.

New York

COSA MANGIARE

A New York la scelta non manca. Ci sono ristoranti di ogni tipo e per tutti i gusti/diete/intolleranze…
Generalmente è tutto abbastanza ricco e con porzioni abbontanti, a partire dalla colazione (non so se avete presente i Frappuccini di Starbucks e i muffin giganti pieni di cioccolato…), però ci sono anche posti molto salutari. Non sarà difficile trovare quello che preferite.
Noi abbiamo assaggiato un po’ di tutto, dal panino col pulled pork all’insalatona molto “healthy”, dall’immancabile hamburger alla pizza napoletana (si, ma solo una volta…. il cibo italiano è meglio mangiarlo qui), al vero barbeque all’aperto ! Anche Leo non ha mai avuto problemi a trovare un piatto a lui gradito, anzi devo dire che ha sempre mangiato tutto con appetito.
Noi facevamo sempre un pasto a casa e uno in giro. Per la spesa avevamo vicino un Whole Foods, che è un supermercato biologico superfornito di tutto e di ottima qualità. Alcune cose meno importanti le prendevamo invece in un piccolo supermercato senza marca, che era comunque ben fornito. L’acqua del rubinetto, ahimè, non è granchè per cui prendevamo spesso l’acqua in bottiglia.

COME GIRARE E COSA VISITARE

Ecco la parte fondamentale, cosa vedere.
Come dico sempre, quando si viaggia con i bambini è fondamentale trovare l’equilibrio fra quello che piace a noi adulti e quello che piace ai bambini. Per fortuna è una città piena di parchi e di parchi giochi bene attrezzati dove possono sgranchirsi e dare sfogo alla loro energia che non sempre in città riescono a liberare.
Girare in città è semplice, grazie alla conformazione a reticolo delle strade.
Da nord a sud ci sono le Avenues e da destra a sinistra le Streets, che seguono un ordine numerico ed è quindi quasi impossibile perdersi.

New York

La città è servitissima dai mezzi pubblici, autobus, metropolitane e treni. Noi abbiamo fatto la Metrocard che permette di viaggiare senza limiti su tutta la rete.
Si può scegliere fra la Pay-per-ride, si carica sulla tessera l’importo desiderato (e ne viene aggiunta una percentuale in omaggio) e la Unlimited Rides, che vale 1 – 7 o 30 giorni senza limitazioni. I bambini sotto i 110cm viaggiano gratis, oltre pagano intero.
Con la metro bisogna fare attenzione che i treni di tipo Express saltano alcune fermate.
Come ho detto prima, le attrazioni da vedere sono tante, ma alcune sono imprescindibili.
Noi abbiamo scelto di fare il Citypass, una specie di abbonamento che permette l’ingresso in 6 attrazioni diverse da utilizzare entro 9 giorni.
Oltretutto con fila prioritaria ! (e vi assicuro che d’estate le code nei posti turistici sono molto lunghe).
Ecco cosa comprende:
Empire State Building
Museo americano di storia naturale
The Metropolitan Museum of Art
Top of the Rock Observation Deck O Museo Guggenheim
Statua della Libertà ed Ellis Island O Crociere Circle Line
Memoriale e Museo dell’11 settembre O Intrepid Sea, Air & Space Museum

Quale avremo scelto noi ? La descrizione dei luoghi da non perdere a New York ve la racconto nella prossima puntata !

New York

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.