Merende sane e gustose con l’essicatore

Per merenda mangia un frutto !
Quante volte me l’hanno detto e quante volte l’ho detto anch’io, ma poi è davvero difficile resistere a qualcosa di più goloso (e purtroppo meno sano) di una mela.
Ho risolto parzialmente passando alla frutta secca: noci, nocciole, mandorle. Buonissime. Ma così buone che invece di mangiarne solo 5 come dovrebbe essere, ne mangio 20…
Finchè l’anno scorso alla fiera Fa la Cosa Giusta, mi hanno fatto assaggiare delle zucchine essicate. Buonissime. Dolci come caramelle, ma sane !

Così dopo essermi informata un po’ ho deciso di prendere l’ESSICATORE !

essicatore

COME FUNZIONA UN ESSICATORE

Un essicatore ha una serie di ripiani formati da griglie, che possono essere di plastica o di acciaio, un coperchio che chiude la struttura e una ventola che fa passare fra i ripiani aria calda.
Sui ripiani viene appoggiata la frutta e la verdura tagliate a fette sottili, l’aria calda passando attraverso le griglie fa evaporare l’acqua contenuta nelle fette e dopo alcune ore le fette sono completamente essicate.
Il tempo di essicazione varia in base al tipo di frutta (più o meno asciutta), da quanto sottili vengono tagliate e dalla temperatura dell’aria.
Personalmente inizio con 24 ore a 50/60 gradi, poi se necessario aggiungo qualche altra ora e temperatura più bassa.
Ogni tanto controllo comunque se qualcosa è già pronto e a metà essicazione inverto l’ordine dei ripiani per garantire a tutti di avere il giusto apporto di aria calda.

TIPI DI ESSICATORE

Ce ne sono di tipi diversi: oltre alla forma: tondi, generalmente più piccoli e meno potenti o rettangolari, alcuni hanno le ventole in basso e l’aria sale verso l’alto passando attraverso i cestelli, altri hanno le ventole laterali e i cestelli vengono arieggiati allo stesso modo. Anche i materiali possono essere diversi, in plastica o in acciaio.
Non ci sono modelli milgiori di altri, ma ogni modello ha pregi e difetti da valutare di volta in volta in base alle esigenze di ognuno.

Io ne ho preso uno semplice, con sei ripiani in plastica, ventola in basso e la possibilità di impostare la temperatura (da un minimo di 40° a un massimo di 70°) e la durata (da 1 a 48 ore).

COSA E’ POSSIBILE ESSICARE

Cercando di avere una merenda sana, ma sfizionsa, io fino adesso ho essicato soprattutto frutta: mele, pere, arance, mango, ananas, banane, uva, kiwi, ma si possono mettere anche le verdure, le erbe aromatiche, i funghi… c’è anche chi essica la carne, il pesce e la pasta fresca. Si possono anche preparare barrette energetiche mischiando frutta e semi, ma sinceramente non ho ancora provato.

La frutta ottenuta si conserva anche per alcuni mesi in barattoli ben chiusi, ma bisogna essere sicuri che sia ben secca altrimenti potrebbe formarsi la muffa.
Io uso i barattoli di vetro così vedo subito se all’interno si forma la condensa. Fino ad ora non mi è mai successo, se vedo che qualche fetta è morbida e non pronta la mangio !!!

Adesso dopo qualche mese di utilizzo sono molto soddisfatta del mio acquisto. Il costo dell’essicatore (comunque abbordabile) è stato ripagato non acquistando più la frutta essicata confezionata (che oltre ad essere molto costosa, non sappiamo bene come viene essicata).

Le mie merende (e quelle di tutta la famiglia) sono decisamente migliorate, sono più sane e più gustose. In più quando è in azione per tutta la casa si spande un profumino delizioso !

essicatore

essicatore

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.