Comprare i libri all’Ikea

Che io abbia un debole per i prodotti Ikea è riconosciuto.
Dai giocattoli agli accessori imperdibili per la casa, quando entro mi lascio sempre tentare da qualche novità.
Ma recentemente sto letteralmente svaligiando il reparto Ikea Family.
Dopo tutta la serie sui dispositivi di sicurezza per la casa come paraspigoli, fermi per i cassetti ecc, che avevo preso quando Leo era piccolo, dopo le decine di scatole di cerotti (come si fa a resistere ai cerotti coi gatti fucscia e quelli con le astronavi viola ?), dopo gli ombrelli pieghevoli che oramai compriamo in lotti di 5 alla volta, data la frequenza con cui il caro consorte li dimentica in treno, dopo le borse e i set da viaggio, ora è il turno dei libri.

Il primo è stato il bellissimo “Due eroi nell’orto”, la storia di due bambini che aiutano una signora anziana a portare avanti il suo orto e diventano amici delle verdure e degli animali che vi abitano. Il broccolo che viaggia in autobus è subito diventato uno dei nostri personaggi preferiti e infatti non ci siamo fatti mancare tutta la serie di gadget legati al libro (peluche, tende, lenzuola, tovagliette… o tutto o niente !)

Poi abbiamo proseguito con altri libri per bambini, come il Re Alce, Il gufo esce di casa e tutti gli altri della stessa serie.

Oramai li colleziono, mi piace averli tutti della stessa grandezza e con i disegni simili. Parlano tutti di amicizia, di solidarietà, di prendere coraggio e crescere. Semplici ma molto carini.
Per i possessori della tessera Ikea Family poi il prezzo è basso (intorno ai 4 o 5 euro), il rapporto qualità/prezzo è altissimo.

Sempre dedicati ai bambini ci sono anche libri sulle attività, libri da colorare e libri per inventarsi dei giochi.
Io ho preso “Crescere insieme”, un libro di attività “verdi” da fare in casa.

Ma non ci sono solo libri per bambini.
Ovviamente ci sono libri di arredamento, pieni di bellissime foto di case nordiche da cui trarre ispirazione.
Poi ci sono libri di ricette, io ad esempio ho preso “E’ pronto in tavola”, con una serie di ricette che usano i prodotti della Bottega Svedese (salmone, le polpette ma non solo), carino per variare un po’ la cena.
Il prossimo acquisto che ho in mente è “In cucina naturalmente” con idee e ricette per cucinare gli avanzi, che sono una risorsa e non devono mai diventare spreco.

E per ultimi, due libri sull’organizzazione.
Ikea, che per prima ci ha mostrato quanto è bello avere una dispensa ricca di barattoli e un sottoscala pieno di mensole e scatole uguali, ha pubblicato “Trovalo”, due libri dedicati alle scarpiere, cucina e dispensa tutto spiegato con immagini che sanno rendere affascinanti anche i contenitori della raccolta differenziata.

L’elenco completo dei libri disponibili al reparto Ikea Family potete trovarlo qui:
http://www.ikea.com/it/it/catalog/categories/departments/ikea_family_products/16251/

Il mio amico Asdrubale

Oggi post dedicato al venerdì del libro, un’idea di Homemademamma.

Tempo fa avevo dato una sfogliata al libro “Il mio amico Asdrubale” di Gianni Biondillo. Un centinaio di pagine e qualche simpatico disegno in bianco e nero.
Mi è sembrato così carino che l’ho preso.
A casa l’abbiamo letto tutti insieme ed è piaciuto tantissimo.

E’ la storia di Marco, un “bravo bambino normale” che va a scuola accompagnato dalla mamma in macchina, mette la maglietta della salute, gioca alla playstation e fa i compiti.
Poi c’è Mirka, quella “stramba”, lei a scuola ogni tanto c’è e ogni tanto non c’è. Quando c’è guarda sempre fuori dalla finestra e quando non è a scuola è al parco lì vicino e parla con gli alberi, soprattutto con uno che si chiama Asdrubale.

Marco e Mirka diventeranno amici e scopriranno di avere più cose in comune di quel che pensavano.
Mirka insegna a Marco ad arrampicarsi e a parlare con gli alberi, ad osservare lo scorrere delle stagioni ed a scoprire i tesori fra le piccole cose. Fino al giorno in cui, a causa dello smog, Mirka si ammala e Asdrubale è in pericolo perchè vogliono costruire in parcheggio. Toccherà quindi a Marco fare in modo che si salvino entrambi, combattendo per davvero e non più contro gli zombie alla play.

Una bella favola ecologista scritta in modo leggero e scorrevole, niente predicozzi o sparate da fricchettoni hippie.
Il libro è consigliato dai 6-7 anni, noi lo abbiamo letto che Leo ne aveva quattro e non ci sono stati problemi.
Sarà che l’ecologia e l’ambiente sono temi che in casa trattiamo spesso (ma và…) ma a Leo è piaciuto molto e ha voluto rileggerlo diverse volte anche le sere successive.
I bimbi più grandi potranno apprezzare anche gli altri temi del libro come l’amicizia, in particolare quella fra maschi e femmine.
Da far leggere anche a quelle mamme apprensive che vestono i bambini con canottiera, maglietta, camicia, felpa, giacca a vento – e che sia ben chiusa – che mi ricordano tanto qualcuno…*

Gianni Biondillo, scrittore e architetto, è noto soprattutto per i suoi romanzi gialli con protagonista l’ispettore Ferraro.
*, si sono io…

asdrubale

Bookcrossing in ufficio

Pur lavorando in un’azienda tecnologica, non siamo tutti dei nerd*…

Qualche mese fa il mio collega mi ha lanciato un’idea, che ne dici che facciamo un punto di bookcrossing qui nel corridoio ?
Potevo tirarmi indietro ? Ma certo, che bella idea !

Lui ha portato qualche libro dei suoi, io qualcuno dei miei e li abbiamo messi sopra ad un mobiletto.
Poi abbiamo appeso un cartello con 4 semplici regole:

se hai un libro portalo
se vedi un libro che ti piace prendilo
se prendi un libro dopo che lo hai letto riportalo
se prendi un libro e vuoi tenerlo, portane un altro.

Non abbiamo detto niente a nessuno e abbiamo aspettato.
Dopo qualche giorno alcuni libri erano spariti, dopo qualche altro giorno ne sono comparsi di nuovi.

L’idea è piaciuta, i libri si sono velocemente moltiplicati.
Devo dire però che quelli presi non sono tornati indietro, almeno i miei e quelli che mi ricordo.

A distanza di qualche mese la situazione è abbastanza stazionaria, i libri rimangono più o meno gli stessi.
Certo anche la gente che passa sul mio piano è sempre la stessa, quindi credo sia fisiologico, dovremmo provare a spostare i libri ad un altro piano o in un’altra zona.

Un po’ di anni fa ci avevano provato anche in metropolitana, avevano messo delle mensole in alcune fermate ma io le ho sempre viste vuote…

Il bookcrossing quello vero, ha delle regole ben precise fra cui etichettare i libri con dei codici univoci e registrarli nel sito ufficiale http://www.bookcrossing.com/, così da poter seguire il percorso del nostro libro. Esiste anche un sito italiano che spiega cos’è e come funziona, http://www.bookcrossing-italy.com/

A dire la verità io non ho mai utilizzato il bookcrossing vero, anche se l’idea mi piace molto.
Mi piace perchè è ecologico, è economico e soprattutto mi piace l’idea di condividere pensieri ed emozioni, magari lasciando un appunto o un bigliettino all’interno del libro.
Quando viaggio però, prima di tornare a casa o di cambiare destinazione lascio i miei appunti, le mappe, le fotocopie delle guide in posti dove qualcuno può recuperarle e utilizzarle, tipo in stazione, tanto a me a casa non serviranno più.

E voi ? avete mai scambiato libri con degli sconosciuti ?

*da Wikipedia: Nerd è un termine della lingua inglese con cui viene definito chi ha una certa predisposizione per la scienza e la tecnologia ed è al contempo tendenzialmente solitario e con una più o meno ridotta propensione alla socializzazione.

la libreria europea

Il venerdì, nel mondo del blogging, è per molti dedicato ai libri, grazie alla bellissima iniziativa “Venerdì del Libro” ideata da HomeMadeMamma

Oggi mi unisco a loro per parlarvi però di una libreria.
Una libreria online, con libri per grandi e per piccoli. Ma anche riviste, pubblicazioni, album da colorare, cartine, storie, fumetti, cd, dvd…
Da scaricare in pdf o da farsi spedire in carta, quasi tutti gratis o a poco prezzo.

Si tratta della libreria dell’Unione Europea.
Eu Bookshop è una libreria online e un archivio delle pubblicazioni delle istituzioni europee, che trattano di vari argomenti, dalla cultura all’agricoltura, dall’ambiente alla tecnologia, il diritto, le statistiche…

Le pubblicazioni sono disponibili in 23 lingue (non tutte lo sono per tutte le lingue però), si possono scaricare liberamente i pdf e si possono ordinare fino a 20 pubblicazioni gratuite. Per alcune si pagano solo le spese di spedizione.

Io mi sono concentrata soprattutto sulla parte ambientale rivolta ai bambini.
Per Leo ho ordinato un libro sulla gestione e depurazione delle acque, visto che mi chiede sempre che fine fa l’acqua del rubinetto quando va giu dallo scarico e perché io insisto sempre di chiuderlo quando non lo usa.
Poi un libro sul traffico e l’inquinamento dell’aria e un album da colorare sulla vita in campagna ! Tutto mi è arrivato in meno di una settimana.

Per i più grandicelli ci sono libri sulle bandiere, sugli usi e costumi dei diversi paesi, oltre a poster e cartine geografiche e tematiche (attenzione NON ci sono guide turistiche).
L’unica pecca è che le pubblicazioni non si possono vedere in anteprima e non ci sono le descrizioni dei contenuti, per cui se c’è un libro che interessa, meglio scaricare prima la versione pdf e vedere se piace o se è adatto.

Buona lettura.

Libreria dell'Unione Europea