Dipingere sui vetri

In questi lunghi giorni di feste, stare in casa tutto il giorno diventa noioso e dobbiamo sempre inventare qualcosa di nuovo per passare le
giornate.
Visto che gli addobbi natalizi non sono mai abbastanza, abbiamo deciso di dipingere i vetri delle finestre.

Per dipingere sui vetri bastano le normali tempere meglio se non diluite, altrimenti il colore cola lungo il vetro. Per lo stesso motivo è meglio non usare gli acquerelli, oltre ad essere troppo trasparenti e poco coprenti, l’acqua cola prima che siano asciutti rovinando il disegno.
Se si sbaglia o si vuole rifare, basta uno straccetto o un po’ di scottex e la tempera non ancora asciutta si cancella subito.
Io metto per terra davanti alla finestra dei giornali per assorbire eventuali gocce e tengo ben spostate le tende per evitare che si sporchino con i colori bagnati. Quando poi il disegno si asciuga non ci sono problemi per le tende (a meno che non le strofiniate sul disegno…).

Ovviamente questo è ben diverso dalle pitture su vetro permanenti. Per quella ci vogliono dei colori appositi, che asciugandosi si fissano al vetro e resistono anche ai lavaggi, mentre dipingere con le tempere è temporaneo.

Noi abbiamo fatto un bel soggetto natalizio/invernale, un paesaggio innevato, con albero di Natale e stella cometa !
Il bello è lavorare insieme, mentre Leo disegnava mi dava indicazioni per fare le parti più in alto o le rifiniture. Abbiamo passato almeno un paio d’ore fra decidere il soggetto, come disporre le cose, quali finestre usare… e poi lava i pennelli, cambia l’acqua, prendi uno straccio asciutto…

dipingere i vetri delle finestre(fotografare i vetri non è facile, se poi ci aggiungiamo lucine dentro e fuori diventa quasi impossibile….)

Dipingere i vetri del salotto regala quel pizzico di “trasgressione” che ai bambini piace un sacco e poi per un po’ di giorni tutti quelli che passano potranno ammirare la nostra opera d’arte. Due ingredienti che rendono questa attività una fra le nostre preferite !!

Quando poi arriva il momento di pulire tutto, basta lo spruzzino con l’acqua e lo straccio e il disegno si cancella senza lasciare traccia. Pronto per dipingere mascherine e coriandoli colorati per Carnevale !!!!

Buone Feste !

Il Natale è oramai alle porte.
Mi sembra quasi impossibile che manchi solo una settimana, sarà per questo dicembre così caldo, sarà perché con i vari impegni settimanali il tempo scappa via veloce… meno male che le lucine accese sull’albero e in giardino mi ricordano che è festa.

Il blog, come ogni anno, si prende una lunga pausa.
Io, come vedere dalla frequenza dei miei post, sono un po’ presa e non sempre riesco a pubblicare quello che scrivo. Ho le bozze sono piene di post a metà, senza foto, senza i link… durante queste feste dovrò fare un po’ di ordine per tornare a pieno ritmo e con un piano editoriale più strutturato.

Io auguro a tutti voi di passare delle feste rilassanti, lente ed ecologiche !
E già che ci sono vi riporto il post di qualche anno fa con i “consigli per gli acquisti”.
http://www.latartaruga-fio.com/2011/12/regali-di-natale-ecologici-e-sostenibili/
Ci rivediamo l’anno prossimo !

& wonderful new year2

Profumare la casa in modo naturale

Odio i profumatori di ambienti.

Li odio proprio. L’odore è sempre troppo forte e troppo finto, oltre al fatto che spesso contengono sostanze pericolose per chi le respira.
Ne avevo parlato in un post tanto tempo fa (QUI per chi volesse rinfrescarsi la memoria)

Ma ora che siamo in inverno e non riesco a tenere aperte le finestre tutto il giorno per far entrare il profumo del gelsomino del giardino, vorrei qualcosa che quando entro in casa mi dia una sensazione di piacevolezza.
Potrei cucinare tutti i giorni una bella torta di mele, ma oltre a ingrassare come una mongolfiera, non ho il tempo per farlo… perciò mi sono messa a cercare qualcosa che dia lo stesso risultato della torta, ma senza le calorie !!!

Ho pensato che anche i te aromatizzati lasciano un bel profumo nell’aria e così ho sperimentato una ricetta simile.

Ho preso mezzo limone e l’ho tagliato a fettine, della cannella e dei chiodi di garofano. Ho messo tutto in un pentolino pieno d’acqua e ho acceso il fornello sul fuoco basso basso.
Dopo poco l’aria ha iniziato a riempirsi di un buonissimo profumo speziato.
Quando ha iniziato a bollire ho spento e ho trasportato il pentolino in giro per le varie stanze.
In poco tempo la casa era piacevolmente profumata.

Per prolungare ancora di più il profumo si può anche travasare l’acqua speziata in un contenitore in coccio e metterlo sul calorifero acceso.

Ovviamente le spezie potete sceglierle in base al vostro gusto. Cannella e chiodi di garofano come me, ma anche zenzero, scorze di arancia o mandarino, foglie di rosmarino o timo per rendere l’aria balsamica come i frutti di eucalipto se avete la fortuna di averne uno a portata.

Facile, economico e ecologico !