La Tartaruga organizzata

La settimana scorsa ho venduto la mia macchina.
E’ stata con me 16 anni, abbiamo passato insieme giorni e notti, viaggi, risate, pianti, concerti. Ha portato la mia famiglia, i miei amici, i miei animali…
Per venderla ho dovuto svuotarla e pulirla… puoi immaginare che dopo tanti anni, un bambino e un po’ di disattenzione mia, era piena piena di cose inutili e che non mi ricordavo nemmeno di avere.

Continue Reading
La Tartaruga in viaggio

Vacanze ! Oggi inizia un lungo periodo di ferie grazie alla fortunata vicinanza di Pasqua, 25 aprile e 1 maggio. Qualcuno sarà costretto a lavorare, ma molti partiranno per qualche fuga lontano dalla città.

Le vacanze veloci sono quelle che mi piacciono di Per un weekend non è necessario portarsi un bagaglio troppo grosso. La misura da bagaglio a mano è più che sufficiente per tre o quattro giorni. Ecco come faccio io a preparli.

Come preparare i bagagli per un weekend:

Per prima cosa è necessario capire quante cose portare e per non dimenticarsi niente FARE UNA LISTA è la cosa più semplice. Io divido la lista in 3 sezioni, abbigliamento, beauty – farmacia e accessori vari.

Per quanto riguarda l’abbigliamento porto DUE CAMBI COMPLETI: uno comodo che indosserò per i giorni di viaggio di andata e ritorno e il secondo per gli altri giorni. Questo secondo cambio potrà essere adattato alle occasioni, più carino se ad esempio ho in programma una cena, più sportivo se devo fare delle escursioni ecc.

Per l’intimo, un cambio al giorno, se i giorni diventano più di 5 o 6,  si può decidere se portarsi un cambio al giorno o se portarne 3 e poi lavarli (l’intimo si lava facilmente anche nel lavandino e si asciuga in una notte).

Per le scarpe ne porto al massimo due paia, uno sportivo e adatto a camminare e l’altro, come per i vestiti, adatto alla situazione (sandali in estate, scarpe carine se devo andare fuori a cena…). Se le scarpe sono comode e impermeabili, se non ho eventi speciali in programma, ne porto solo 1 paio.

Nel BEAUTY metto veramente poche cose essenziali: spazzolino, meglio se pieghevole così occupa poco spazio, dentrifricio, shampoo e bagnoschiuma (se so che non li troverò nell’appartamento o hotel), una crema tuttofare che posso usare per corpo, viso e mani e una piccola spazzola da viaggio. (Io uso una Tangle Teeezer Compact e mi trovo benissimo, si può usare sui capelli bagnati, districa i nodi senza fare male e ha un coperchio per proteggere i dentini)

Se viaggi in aereo ricorda che nel bagaglio a mano i liquidi e i gel non possono superare i 100ml e devono essere inseriti in buste trasparenti della capacità massima di 1 litro. Oramai si trovano in tutti i supermercati shampo, bagnoschiuma e dentifrici in misure adatte ai viaggi, ma generalmente sono più costosi di quelli normali. Io ho acquistato dei contenitori travel size e poi ogni volta che devo partire li riempio.


Per il trucco porto solo il rimmel (senza il quale non riesco ad uscire di casa) e del burrocacao, per togliere il trucco porto le salviette struccanti, una per ogni giorno di vacanza, le tolgo dal pacchetto e le metto un un sacchetto ziplock così rimangono umide.

Nella sezione FARMACIA porto la tachipirina orosolubile che va bene per grandi e piccoli, un antidolorifico per il mal di testa e poco altro (se andiamo in Italia non mi porto quasi niente perché tanto sono farmaci da banco che trovo con facilità).

 La “sezione” che mi occupa più spazio è quella degli ACCESSORI, che spesso sembrano superflue, ma per me sono fondamentali ! Porto sempre con me un ombrello pieghevole leggero, una sciarpina per proteggermi da sole, vento, aria condizionata ecc, un paio di ciabattine sottili, occhiali da sole e da vista, macchina fotografica, cellulare e relativi cavi e poi un piccolo block notes e una penna.

Quale bagagli usare per un weekend ?

Io viaggio pochissimo in macchina. Se la mia meta è ragionevolmente vicina vado in treno altrimenti prendo l’aereo. In entrabi i casi non uso mai  il trolley. Trovo che siano ingombranti, sono scomodi da portare su e giù dalle scale, non mi lasciano le mani libere e in aereo vengono comunque imbarcati in stiva. Io uso uno zaino o al massimo un borsone (meglio se trasformabile in zaino tipo questo

Per trovare le cose più velocemente e per tenerle in ordine io uso delle buste come queste:


Un colore per ogni membro della famiglia e una busta per intimo e pigiama e una per i vestiti. All’interno arrotolo le cose più piccole e piego quelle più ingombranti (i jeans e le felpe). All’interno del borsone gioco un poì a tetris per far stare tutto bene. Scarpe, ombrelli e cose più pesanti vanno sul fondo o sui lati.

Poi ovviamente tutto può essere modificato in base alle esigenze personali. Chi sta seguendo una cura, chi ha bimbi piccolissimi, chi sa che andrà ad un concerto rock ! Sentiti libero di modificare questi consigli secondo le tue priorità e i tuoi bisogni. L’importante è viaggiare sereni !

La Tartaruga organizzata

Il libro di bordo (o command central binder) è un raccoglitore ad anelli contenente tutte le informazioni utili che ci serve avere sempre a portata di mano.
Io ne ho fatto uno da tenere in cucina un paio di anni fa (ricordi, avevo lasciato anche i template delle copertine da scaricare: http://www.latartaruga-fio.com/2016/09/il-libro-di-bordo-per-la-casa-con-template-free/), ma mi sono resa conto che avevo bisogno di qualcosa “in più”…

libro di bordo

Continue Reading

La Tartaruga organizzata

Anche quest’anno sarò insieme all’Associazione Professional Organizers Italia (APOI) per il quinto evento nazionale. Noi Professional Organizers ci ritroveremo tutti insieme a Bologna il 27 ottobre per un pomeriggio di consulenze e dimostrazioni per farvi vedere che essere organizzati è facile e bello.
Non parleremo solo di come sistemare gli armadi o come fare il cambio di stagione, ma anche di come migliorare le giornate lavorative, come insegnare l’organizzazione ai bambini o come liberarsi del superfluo per vivere meglio.

In più sarà possibile chiedere una consulenza personalizzata per parlare a quattr’occhi con un Professional Organizer.

Se volete venirmi a trovare e imparare qualcosina sull’organizzazione, ci vediamo sabato 27 ottobre al Sympo’ a Bologna, dalle 15.00 alle 19.30 circa. L’evento è gratuito, ma è necessario registrarsi.

Tutte le informazioni le potete trovare sul sito ufficiale, QUI.

evento nazionale professional organizers