Il calcio balilla fai da te

Qualche settimana fa Leo torna a casa da scuola e mi chiede: “abbiamo delle scatole?” (domanda retorica perchè a casa nostra le scatole di cartone non mancano mai), quando mi fa queste domande dirette è perché ha in mente qualcosa…

“cosa devi fare? così posso aiutarti a trovare la scatola giusta”
“devo fare il calcetto! L’ho visto oggi sul libro della maestra a scuola”.

Occorrente per costruire un piccolo calcio balilla fai da te:

– una scatola da scarpe rettangolare
– delle cannucce
– delle mollette
– una pallina
– scotch, forbici, colla, matita, righello

Abbiamo trovato una scatola che conteneva i suoi stivaletti da pioggia, siccome era un po’ troppo quadrata abbiamo smontanto le parti laterali allungandola un po’. Sul fondo della scatola abbiamo disegnato il campo, riga di centrocampo e zona della porta
Con le forbici abbiamo fatto dei buchi alla stessa distanza sui due lati lunghi della scatola e equidistanti dal centro, seguendo il disegno sul fondo e ritagliato le porte.
Poi abbiamo infilato le cannucce (per allungarle abbiamo semplicemente infilato una cannuccia nell’altra) e le abbiamo fermate mettendo una pallozzola di scotch alle estremità.
Visto le dimensioni della scatola abbiamo messo 3 file di cannucce per squadra: portiere, difensori e attaccanti.
Le mollette dei panni sono diventati i giocatori, una pallina (non troppo pesante sennò le mollette si girano) e via.
In pochi, pochissimi minuti il calcio balilla fai da te è pronto.

calcio balilla fai da te

Per chi vuole una versione PRO, meglio usare le cannucce e le mollette di colori differenti per le due squadre.
Se poi usate le mollette di legno, potete anche verniciarle e decorarle con i colori della vostra squadra del cuore.

1 a 0, palla al centro !

Il Calendario dell’Avvento con i pacchetti

Il Calendario dell’Avvento 2015 è arrivato puntuale il 1 dicembre.
Quest’anno ho fatto una cosa facile facile, ma comunque molto carina.

Dei regali vi ho già parlato nel post precedente, ho preso un paio di regalini, qualche cioccolatino e qualche attività da fare insieme.

Ho impacchettato tutto con della carta grezza. Io uso la carta che fodera le cassette della frutta perché è un foglio grande e resistente e ha quell’aspetto rustico che mi piace tanto.

Su ogni pacchetto ho attaccato degli adesivi a forma di cuore numerati, ma volendo si può anche scrivere direttamente il numero sul pacchetto (o se avete più tempo fare voi delle etichette da attaccare o incollare).
Prima di attaccare i numeri corrispondenti ai giorni però ho pianificato bene quando dare le varie cose. Dolcini solo quando andiamo agli allenamenti, così da “bruciarli”, attività nei giorni in cui siamo a casa, giochi per quando ho meno tempo, cercando di alternare i regali con regolarità.

Ho deciso di non mettere i pacchetti in ordine cronologico, un po’ perchè alla fine mi sarei trovata con il ramo pendende da una parte e un po’ perché mi piace che ci sia un po’ di mistero nel sapere quale sarà il pacchettino di oggi, quello più grande o uno piccolo piccolo ?

preparazione calendario dell'avvento

Poi ho comprato dello spago rosso e bianco, ho fatto il fiocchetto intorno al pacchetto e con lo stesso spago ho appeso ogni pacchettino ad un ramo di albero che avevo in giardino.
Ho posizionato il ramo sotto una mensola, fissandolo per bene con un nastro largo facendo attenzione a chiuderlo bene perchè è abbastanza pesante.

calendario dell'avvento

Ecco pronto il mio Calendario dell’Avvento fatto con i pacchettini.

dettaglio del calendario dell'avvento

Le scarpe rosse glitterate

Se mi chiedessero di che colore è per me il Natale, non avrei dubbi per me è rosso e luccicante.
E quest’anno mi è venuta voglia di vestirmi di rosso luccicante anche per la cena del 24, soprattutto di avere un paio di scarpette rosse glitterate “alla Dorothy“.
Ovviamente le scarpe rosse non le ho e non ho nessuna intenzione di comprarle per metterle una sera sola.

Allora pensa che ti ripensa mi è venuto in mente che nel cassetto SOS dell’ufficio (perchè tutte avete un cassetto SOS per le emergenze in ufficio vero ? quello dove tenere un paio di collant di riserva, i cerotti, l’ombrello, una maglia di ricambio…) ho un paio di ballerine, carine quando le ho prese, ma che oramai hanno fatto il loro tempo e che tengo per quando piove forte e vengo in ufficio con gli stivali di gomma e in perfetto stile “reduce-reuse-recycle” avrei potuto dargli una seconda vita trasformandole in uno scintillante paio di scarpe rosse glitterate.

ballerine

Occorrente per le scarpe rosse glitterate:

occorrenteuna spazzola per pulirle bene
scotch di carta
colla vinilica
una boccetta di brillantini rossi
un pennello

Per prima cosa ho eliminato il decoro in punta e i ricami in lana laterali per rendere più omogenea la stesura dei brillantini.
Poi ho pulito molto bene le scarpe. Le mie sono scamosciate, per cui ho usato la spazzola apposta (in alternativa va bene anche una paglietta), se le vostre scarpe sono di altro materiale pulitele senza ungerle ho ricoperto la suola con lo scotch di carta per evitare antiestetiche colature sulla gomma.

suoleUn un bicchierino ho mescolato una parte di brillantini e due di colla vinilica, in modo da avere una consistenza cremosa e poi ho steso tutto con il pennello.

miscela

Non vi preoccupate se a prima vista è tutto bianco, il vinavil asciugandosi diventa trasparente.

primamanoDopo avere lasciato ascigare per bene ho dato una seconda mano… et voilà.

Ecco le mie nuove scarpe rosse glitterate.

dorothy e le scarpe rosse glitterate

MammaCheBlog Creativo 2014

Questa volta al Mammacheblog Creativo ci sarò anch’io! E non vedo l’ora che sia sabato.
Lo scorso anno non ero riuscita ad andarci ma quest’anno non potevo perdermelo.

Il Mammacheblg Creativo è il fratello del Mammacheblog classico, quello che si tiene in maggio.

Questo, come dice il nome, è dedicato alla creatività e al crafting, per cui ci saranno MomTalk (le conferenze nella sala principale) e MomClass (i laboratori) a tema. Inoltre è l’occasione buona per incontrare altre blogger, molte delle quali mi danno ispirazione con i loro lavori per i miei “esperimenti” di crafting.

Io ho scelto di partecipare al laboratorio di riciclo creativo che è quello che sento più vicino, anche se mi spiace non poter partecipare a quello di Gaia Segattini perchè i posti sono già esauriti (ma Gaia preparati che dovrai autografarmi il tuo libro !!!).

Devo dire la verità, avrei voluto partecipare a tutti perchè sono tutti interessanti, ma per alcuni di questi non ho nemmeno le basi… (tipo quello di maglia o di uncinetto).
Per chi è veramente brava sarà possibile anche esporre una propria opera creativa e partecipare al Premio Creatività.

Tutta questa meraviglia si svolgerà sabato 29 novembre alla Fonderia Napoleonica Eugenia in via Thaon de Revel, a partire dalle 9.00 del mattino con una colazione insieme alla scrittrice Susanna Tamaro.

L’organizzazione è a cura di FattoreMamma, che è sempre garanzia di qualità !

Le info dettagliate e il programma completo lo trovate sul sito dedicato Mammacheblog Creativo.

Ci vediamo là sabato mattina.

MammaCheBlog Creativo 2014