Le proprietà del magnesio per il cambio di stagione

Ho sempre sofferto il cambio di stagione, stanchezza fisica e mentale, voglia di stare sotto al piumone e apatia per quasi tutto.
Tranne quest’anno.
Sarà che l’inverno è stato mite e non c’è stato un grosso sbalzo di temperature, ma quest’anno mi sento energetica e con tanta voglia di uscire, di viaggiare, di programmare…

Credo di imputare questa nuova energia a due fattori principali:
1) che ho iniziato a correre con continuità e mi ha dato un sacco di energia nuova (aspettatevi a breve un post sulla corsa…)
2) al magnesio che prendo tutti i giorni.

Il magnesio è un minerale molto importante per il nostro corpo ed è responsabile di numerosi processi metabolici, ma soprattutto è coinvolto nella regolazione dell’attività muscolare e nervosa.
In pratica le proprietà del magnesio ci aiutano a distendere i muscoli, a rilassarci meglio e a gestire i cambi di umore.

Lo trovo utile nei giorni che sono particolarmente stanca o quando sento che sta per arrivarmi il mal di testa, in questi periodi di cambio di stagione quando gli sbalzi di temperatura mi abbattono e di notte dormo meno, oltre a quando corro per riequilibrare lo sforzo muscolare.

Ci sono diversi tipi di magnesio io ne ho provati diversi, alcuni non mi facevano niente, altri mi davano un po’ di fastidio allo stomaco (meglio prenderlo a stomaco pieno), ora sto usando quello della Boiron e mi trovo molto bene. Il vantaggio di Magnesium 300 è che è la dose giornaliera consigliata (300 mg) è suddivisa in 4 compresse e si può scegliere se prenderle tutte o solo mezza dose. Io ne prendo due al mattino e due alla sera nei periodi che sento di averne più bisogno (ad esempio se sono molto stanca, se sono in preciclo ecc…) per almeno una settimana e due solo al mattino gli altri giorni. In più contiente anche Selenio e vitamine B e PP.

Ora non ho più scuse per non andare a correre !

magnesium300

PS: non sono un medico, quello che ho scritto sono le mie considerazioni personali. Mi raccomando, rivolgetevi sempre ad un esperto

La carne rossa fa male ?

La carne rossa fa male, gli insaccati molto male…
L’OMS ha appena inserito la carne rossa nel gruppo A2, probabilmente cancerogena per l’uomo e ha inserito la carna lavorata e trattata (come gli insaccati) nel gruppo A1, ossia cancerogena su base di prove sufficienti.
Questo è il comunicato dell’IARC, l’Agenzia Internazionale per la Ricerca sul Cancro che fa parte dell’Organizzazione Mondiale della Sanità: http://www.iarc.fr/en/media-centre/pr/2015/pdfs/pr240_E.pdf

Da quando è stata pubblicata la notizia in giro si sente di tutto e di più.
Chi dice che è un complotto dei vegani, chi dice che è una bufala e corre a mangiarsi due chili di salamelle, non parliamo delle vignette ironiche sui social…

A me, sinceramente, la cosa non mi ha stupito più di tanto.
Che la carne rossa faccia male, lo sapevamo da un po’.
Numerosi studi hanno già provato che un eccesso di carne danneggia l’organismo, però forse per alcuni trovarla nella stessa categoria di fumo e benzene ha spaventato un po’.

Io penso che come sempre ci vuole un po’ di buon senso.
La carne va mangiata il meno possibile, ci sono ottime fonti alternative di proteine, bisogna solo cercare di uscire dall’abitudinario e provare cose nuove.
Non dico diventare degli esperti di tofu e seitan, ma una bella pasta e fagioli ad esempio, quanti la mangiano almeno una volta a settimana ? e i ceci che sono buonissimi e si possono fare in mille modi ?

Ridurre il consumo di carne ha vantaggi non solo sulla nostra salute, ma sull’intero pianeta, visto che il processo per la produzione è molto inquinante e consuma tantissime risorse in termini di territorio, di acqua e di produzione di liquami inquinanti.

Quando vogliamo concerci un pasto di carne, accertiamoci che sia di qualità, che provenga da allevamenti etici e controllati. Dove gli animali vivono in maniera dignitosa, il più liberamente possibile ci guadagna anche la carne, che è più soda, saporita e non trattata con antibiotici, visto che gli animali allevati all’apero si ammalano di meno.

Possiamo ancora permetterci la classica grigliata estiva, ma invece di cuocere solo salamelle e costine, la prossima volta proviamo a sostituire un pezzo di carne con delle verdure grigliate, melanzane, zucchine, peperoni ma anche cipolle, radicchio e pomodori.
Proviamo a fare un hamburger vegetale, a chiedere al bar dove pranziamo di solito di introdurre qualche panino vegetariano nuovo (o meglio vegan), oltre al solito pomodoro-mozzarella, avete mai provato arance, finocchio, noci e aceto balsamico per esempio ? E se mangiate carne tutti i giorni, iscrivetevi al Meatless Monday.

fattoria

Acqua e limone: i benefici

Eccomi qua !
Tornata da queste “quasi lunghe” vacanze natalizie, ora riprendere è un po’ faticoso, come al solito mi ci vuole un po’ ad abituarmi ai ritmi quotidiani del casa-lavoro.

Le ferie mi hanno regalato tanti giorni insieme alla mia famiglia, abbiamo preparato gli addobbi di Natale, fatto i biscotti allo zenzero, dormito anche fino alle 9.30 e mangiato…

E se Babbo Natale ha portato tanti giochi per Leo, a me ha regalato qualche chilo in più…
Perciò è arrivato il momento di smaltirli con un po’ di dieta e un po’ di sport, ma prima voglio depurarmi un po’ dagli eccessi di grassi e zuccheri.

Ho scoperto che il modo migliore per depurarmi è bere al mattino una tazza di acqua e limone.
L’ho già provato a settembre e ha funzionato per cui ora ho ricominciato.
E’ semplice, al mattino appena sveglia spremo mezzo limone in una tazza di acqua tiepida (il bollitore è lo stesso dell’acqua del te, questa la verso prima che sia troppo calda).
Poi in teoria bisognerebbe aspettare circa 15-20 minuti prima di fare colazione, ma io non ho tutto questo tempo, aspetto solo quelli necessari per lasciare il te in infusione (e nel frattempo smonto la lavastoviglie…)

I benefici del limone sono molteplici:

1. depura: il limone è leggermente diuretico, per cui aiuta ad espellere le tossine, stimola l’attività del fegato che produce più enzimi e lavora meglio.

2. contiene vitamina C: maddai… la vitamina C aiuta a prevenire i mali di stagione, disinfetta gola e gengive, favorisce l’assorbimento del ferro e combatte i radicali liberi (quindi pelle e capelli più belli) inoltre contiene diversi sali minerali, fra cui il potassio che aiuta il sistema nervoso.

3. regola il nostro pH: quando viene digerito, il succo di limone libera sostanze basiche e l’ambiente alcalino aiuta in caso di infiammazioni e pare prevenire il cancro.

4. fa dimagrire !!!! dicono… vedremo fra qualche mese.

Io ho notato subito un miglioramento della salute dei capelli. A settembre quando l’ho fatta la prima volta avevo i capelli debolissimi, dopo pochi giorni di acqua e limone erano già più forti e ne perdevo di meno. I primi giorni compaiono un po’ di brufoletti sulla pelle, segno che stiamo “buttando fuori” un po’ di schifezze, l’intestino lavora meglio e in modo più regolare.

Ovviamente non bisogna berla zuccherata, altrimenti vanifichiamo tutti i benefici, l’acqua non deve essere troppo calda in modo da non alterare la vitamina C ma nemmeno troppo fredda.
Attenzione però. L’acido citrico contenuto nel succo di limone a lungo andare può consumare lo smalto dei denti, perciò è meglio berlo con la cannuccia e sciacquare la bocca appena finito.

limone

Medicine naturali – come è andata a finire ?

Se vi ricordate l’anno scorso cercavo dei metodi e delle medicine naturali per la prevenzione delle malattie tipiche dell’inverno.
Ma com’è andata ?

Fede è stato di parola e ha lasciato che io e Leo prendessimo per tutto l’inverno una fialetta di Oscillococcinum e che all’occorenza cercassimo di usare rimedi naturali.

Per prima cosa devo dire che Leo si è ammalato più o meno con la stessa frequenza con cui si ammalava gli anni precedenti, cioè all’incirca una volta ogni due mesi.
Però le malattie sono state molto più leggere e quasi sempre dovute a problemi di stomaco.
La febbre non è mai salita eccessivamente, mai oltre i 38.5-38.8 e qui Fede è stato bravissimo perché ha assecondato la mia richiesta di non somministrare la tachipirina, almeno finchè la febbre non fosse salita oltre i 39.

Perchè non dare la tachipirina mi chiederete voi… perché la febbre è un meccanismo di difesa. L’alta temperatura è il segnale che il corpo sta utilizzando il sistema immunitario per combattere virus e batteri, che oltretutto a temperature superiori ai 38.5° non sopravvivono. Per cui avere la febbre non è in se una malattia ma una cosa buona.
Durante la fase più alta della febbre tenevo una pezzuola bagnata sulla fronte, soprattutto per dare un po’ di sollievo al mal di testa.
Appena compariva la febbre davo una dose aggiuntiva di Oscillococcinum ogni 6 ore circa per i primi due giorni, poi due dosi al giorno per gli altri due o tre giorni.
In questo modo la febbre oltre i 38 non è mai durata più del primo giorno e tutto si è risolto in pochi giorni e senza altre medicine.

Il libro consigliato dalla mia amica Gine è una vera miniera di consigli preziosi, lei stessa è una miniera di consigli preziosi… e proprio la settimana scorsa ha pubblicato un post sullo stesso argomento, andate a leggerlo subito 🙂

Certo alcuni sono un po’ “estremi”, tipo ricoprirsi di formaggio quark per far passare la bronchite… (già mi immagino Leo che si toglie le bende e se le mangia…)
Però la maggior parte sono utilissimi e funzionano davvero.
Ad esempio quando ha avuto mal di gola, l’abbiamo fatto passare solamente con dei gargarismi fatti con l’infuso di salvia, oppure tisane al tiglio durante la febbre, suffimigi con il rosmarino per la tosse (oltre a quelli col bicarbonato che già facevamo).

Quindi che sia stato il rimedio omeopatico o meno, il risultato è stato che io e Leo non ci siamo ammalati più di tanto. Credo che qualche giorno di febbre per i bambini sia naturale, io non ho avuto nemmeno quelli perciò anche quest’anno abbiamo ripreso con la stessa prevenzione dell’anno scorso.

E comunque le medicine migliori sono le coccole e la nanna nel lettone !!!

PS: non sono un medico, quello che ho scritto sono le mie considerazioni un po’ sconclusionate. Mi raccomando, rivolgetevi sempre ad un esperto.

tisane