La Tartaruga in viaggio

Quando pensi a Genova con i bambini la prima cosa che ci viene in mente è l’acquario. E la focaccia.
Ma Genova non è solo questo, offre tante cose da fare e da vedere.

Noi siamo stati a Genova durante il ponte del 25 aprile, abbiamo preso un appartamento tramite Airbnb in modo da avere la libertà di muoverci con i nostri tempi (lunghi).
Abbiamo dedicato una giornata all’acquario e una a girovagare per i caruggi, le stradine tipiche di Genova mangiando focaccia e farinata di ceci.

Genova con i bambini

Continue Reading

La Tartaruga in viaggio

A novembre, durante il MammacheBlog autunnale, ho avuto in regalo il nuovo smartwatch Nilox Bodyguard e dopo alcuni mesi di test posso finalmente dirvi cosa ne penso.

Io sono una persona ansiosa in generale, ma con Leo ancora di più. Come scrivevo su Facebook “È cosa nota che il mio secondo nome è ansia. Io sono quella che al parchetto sta di vedetta sulla cima dello scivolo per non perderlo di vista. Da oggi forse posso scendere un po’ dalla scaletta.”

Nilox Bodyguard
Continue Reading

La Tartaruga in viaggio

Ma veramente non avevo ancora scritto un post sul nostro viaggio a New York?
Sono passati quasi due anni e devo subito rimediare !

New York è una città che affascina grandi e bambini. C’è così tanto da vedere che bisogna per forza fare una scelta, se ci state una settimana potrete vedere solo le attrazioni principali, se invece avete qualche giorno in più a disposizione potrete anche fare un giro nei dintorni.

Noi ci siamo andati nel 2016 per le nostre vacanze estive e abbiamo deciso di rimanerci circa 20 giorni, sia per “ammortizzare” il fuso orario sia per prendercela con calma, so che Leo non ha sempre voglia di stare in giro tutto il giorno.

New York

Continue Reading

La Tartaruga casalinga, La Tartaruga ecomamma

Il Calendario dell’Avvento è una tradizione che non manca mai in casa nostra.
Mi piace arrivare al Natale pian piano, con tante piccole sorprese ogni giorno, mi piace vedere la gioia di vedere Leo alzarsi di corsa al mattino per aprire la casellina. E poi ci insegna la magia dell’attesa, ci fa entrare nel clima di festa e aiuta a imparare i numeri !!!

In vendita ci sono tantissimi calendari di tutti i tipi, da quello classico con i cioccolatini a quello della Lego, dove ogni giorno c’è una piccola figura da costruire.
A me però piace farlo in casa, utilizzo materiali di riciclo come bottiglie, rotoli di carta igienica o delle stoffe che ho già a casa.
Se acquisto qualcosa è sempre economico e facilmente reperibile.

Lo scorso anno ho fatto un calendario completamente in feltro.
Il feltro è facile da usare, è come se fosse un cartoncino: ci scrivi con la penna, lo tagli con la forbice e lo incolli con la colla a caldo o la colla in gel (come la Uhu). Non necessita di nessuna cucitura o rifinitura.

Ho fatto un albero di Natale da decorare con piccole figure natalizie fatte sempre in feltro.

calendario dell'avvento in feltro a forma di albero di Natale Continue Reading

La Tartaruga organizzata

Svegliati, alzati, vestiti, dai che siamo in ritardo.
Ogni mattina è così, io salto da una stanza all’altra, l’orologio scandisce i minuti e Leo bello tranquillo sfoglia un libro mentre si mette un calzino, piano piano…
In questo modo io mi arrabbio, lui si agita, l’ansia cresce, arriviamo in ritardo lo stesso e in più lui non impara a gestire i suoi tempi.

Questa situazione non succede solo a casa mia (per fortuna mal comune…). I bambini non hanno il senso del tempo e delle priorità come noi, se mentre si stanno preparando vedono qualcosa che attira la loro attenzione smettono di fare quello che stavano facendo e passano all’altra cosa.

Continue Reading

La Tartaruga casalinga, La Tartaruga ecomamma

Ogni anno Leo mi mette alla prova chiedendomi di organizzare la festa di compleanno a tema.
Una volta è stato Shrek, un’altra Avengers, Star Wars, poi antico Egitto (vi dico solo: torta a forma di piramide fatta da me – eccola – Era meglio quella  a scudo di Capitan America – eccola. Entrambe però abbastanza piccole).

Ogni volta ho costruito addobbi e costumi in casa, utilizzando quello che avevo a disposizione perché mi piace fare le cose a mano, perché c’è meno spreco e più personalizzazione.

Quest’anno il tema scelto è stato lo spazio, l’astronomia e i viaggi stellari.
Come sempre sono partita in quarta cercando su Pinterest foto di torte a forma di shuttle, biscotti lunari e addobbi da vera stazione orbitante. Poi come al solito il tempo è poco e quindi ho ridimensionato le mie pretese…

Continue Reading

La Tartaruga casalinga

In questi lunghi giorni di feste, stare in casa tutto il giorno diventa noioso e dobbiamo sempre inventare qualcosa di nuovo per passare le
giornate.
Visto che gli addobbi natalizi non sono mai abbastanza, abbiamo deciso di dipingere i vetri delle finestre.

Per dipingere sui vetri bastano le normali tempere meglio se non diluite, altrimenti il colore cola lungo il vetro. Per lo stesso motivo è meglio non usare gli acquerelli, oltre ad essere troppo trasparenti e poco coprenti, l’acqua cola prima che siano asciutti rovinando il disegno.
Se si sbaglia o si vuole rifare, basta uno straccetto o un po’ di scottex e la tempera non ancora asciutta si cancella subito.
Io metto per terra davanti alla finestra dei giornali per assorbire eventuali gocce e tengo ben spostate le tende per evitare che si sporchino con i colori bagnati. Quando poi il disegno si asciuga non ci sono problemi per le tende (a meno che non le strofiniate sul disegno…).

dipingere i vetri delle finestre
(fotografare i vetri non è facile, se poi ci aggiungiamo lucine dentro e fuori diventa quasi impossibile….)

Continue Reading

La Tartaruga casalinga

Manca solo una settimana ad Halloween anche se noi siamo pronti da inizio mese.
Il calendario dell’avvento che ho preparato ci ha regalato tanti lavoretti da fare insieme, oltre a scherzetti e attività varie.

Ecco un paio di cose che abbiamo fatto nei giorni scorsi.

Lavoretti di Halloween: le ombre cinesi

Serve solo del cartoncino nero e degli stecchi tipo quelli dei ghiaccioli, ma vanno bene anche delle cannucce.
Si ritagliano delle sagome paurose dal cartoncino.
Si incolla con un pezzetto di scotch il bastoncino.

sagome

Noi abbiamo fatto il pipistrello, il gatto nero e il pentolone della strega, perchè avevamo solo 3 legnetti del ghiacciolo, ma erano in programma anche il cappello da strega e il ragno.

ombre 2

Si abbassano le tapparelle, si accende una pila e si inizia a raccontare la storia del pipistrello che era così ciccione che mentre dormiva a testa in giù è caduto nel pentolone della strega, per fortuna c’era un gatto nero pronto a salvarlo…

ombre 1

Lavoretti di Halloween: le dita di strega

Se ritagliare le sagome vi ha messo fame, in pochissimi minuti ecco pronte delle paurosissime dita di strega da inzuppare nel tè.
Ingredienti per circa 25 biscotti (dipende da quanto li fate lunghi…):
75g di burro
100g di zucchero
1 uovo
200g di farina
un cucchiaino anche meno, di lievito per dolci
1 pizzico di sale
mandorle pelate
marmellata rossa (ciliegie, more ecc…)

Ho lavorato insieme il burro e lo zucchero poi ho aggiunto l’uovo, la farina, il lievito e il sale.
Ho impastato fino ad ottenere un composto morbido e omogeneo, l’ho appallottolato, avvolto nella pellicola trasparente e messo in frigorifero per una mezz’oretta.
Trascorso il tempo ho suddiviso l’impasto in 4 panetti più piccoli e da ognuno ho tagliato dei pezzi, fatti dei rotolini lunghi più o meno come un dito e sagomati leggermente per dare la forma delle nocche. Con la parte non affilata del coltello ho fatto le righette delle pieghe.
Ho intinto una mandorla nella marmellata e l’ho fatta aderire alla punta del salamino. Oplà il dito è fatto.
Messi in forno a 180° per 15 minuti circa, ma controllate sempre il grado di cottura.

dita di strega

Di questi manca la foto del dopo… erano troppo buoni per perdere tempo a fotografarli !

Lavoretti di Halloween: le mele caramellate

Questo è stato inventato di sana pianta… non ho guardato nessuna ricetta, ma sono andata totalmente a caso, per cui in rete potreste trovare idee migliori.

Ingredienti: una mela, dello zucchero, del miele, qualcosa per decorare (io ho usato le codette di zucchero).

Per prima cosa ho lavato bene la mela (che comunque era bio…) e l’ho messa a cuocere al vapore intera in un pentolino con un dito di acqua, coperto col coperchio, per circa 10 minuti.

mela1
Mentre cuoceva ho sciolto un paio di cucchiai di zucchero in acqua calda e ho anche aggiunto un cucchiaio di miele e una grattatina di cannella per dare profumo.
A fuoco basso ho lasciato che si rapprendesse fino a diventare un po’ gelatinoso.
Ho adagiato la mela su un piattino e l’ho inondata di questa melassa dolcissima e appicicaticcia.

mela3
In teoria ci doveva andare un bastoncino di legno per prenderla in mano e del colorante alimentare rosso per farla molto più brillante. Io ci ho messo solo delle codette per dare un po’ di colore.

mela4
Lasciarla raffreddare un po’ e poi mangiare tutto, se sopportate tutto quello zucchero, altrimenti mangiare solo la mela cotta !!!

melamangio
L’archivio di tutti i lavoretti di Halloween lo trovate al tag: https://www.latartaruga-fio.com/tag/halloween/

La Tartaruga casalinga

Sono circa 3 settimane che Leo mi chiede di addobbare la casa per Halloween. Io, pur non vedendo l’ora, sono riuscita a convincerlo a resistere fino a Ottobre, ma l’altra sera è uscito con una delle sue domande: Mamma lo facciamo il calendario di Halloween?
Potevo dire di no alla sua richiesta di un bel lavoretto creativo ? Nooo ovviamente.
Mi ha detto che lo voleva a forma di fantasma, ma le sorpresine sceglile tu però

Così pensa che ti ripensa, passa in rassegna tutte le board di Pinterest in tema, sono arrivata a questa idea.

Un calendario semplice semplice, con le classiche finestrelle e come ricompense attività e giochi da fare insieme (o quasi…).

Occorrente per il Calendario di Halloween:

un foglio di cartoncino bianco 50×70
matita, gomma, righello
forbici e taglierino
pennarello nero
colla vinilica.

Ho piegato il cartoncino a metà in modo da avere il sopra dove mettere le finestrelle e il sotto dove riempirle
ho disegnato la sagoma del fantasma e dentro ho fatto le finestrelle
col taglierino le ho tagliate (ho messo della carta di giornale fra i due cartoncini per evitare di tagliare anche il secondo
ho segnato sul foglio sotto dove sono posizionate le finestrelle e ho disegnato dentro le varie attività
ho incollato i due cartoncini e poi ho ritagliato la sagoma.
Infine ho attaccato un cordoncino con lo scotch sul retro e l’ho appeso alla porta di ingresso (ad altezza Leo).

calendario di Halloween: il disegno
calendario di Halloween: il disegno

 

calendario di Halloween: le finestrelle
calendario di Halloween: le finestrelle

 

calendario di Halloween: le ricompense
calendario di Halloween: le ricompense

 

calendario di Halloween: eccolo in bella vista sulla porta
calendario di Halloween: eccolo in bella vista sulla porta

 

Essendo un fanstasmino simpatico e burlone, le finestrelle sono diverse fra loro. Una si apre da destra, una da sotto, alcune sono grandi, altre più piccoline.
Inoltre le finestrelle non sono numerate, il fantasmino si è mangiato i giorni !!! e ogni mattina sarà più divertente scegliere quale finestrella aprire. Quale sarà quella più fortunata o quella più paurosa ?

Le ricompense che ho inserito non volevo fossero solo giochini comprati o dolcetti, ma ho pensato a una serie di attività da fare insieme o da solo, più un paio di regalini (cose piccole tipo stickers o palloncini a tema) e un paio di dolcetti (tipo un cioccolatino o una caramella, ma molto semplici).

Ecco l’elenco delle mie 31 sopresine; per quelle più interessanti farò un post appost, così da mettervi anche le foto.
Se pensate che 31 giorni siano troppi, potete anche iniziare più avanti (ad esempio fare solo le ultime due settimane).

1. Colora i vasetti per le candele
2. Costruisci la casa delle streghe
3. Costruisci un ragno
4. Costruisci uno scheletro
5. Decora la finestra
6. Dolcetto
7. Dolcetto
8. Facciamo i biscotti dita da strega
9. Facciamo le mele caramellate
10. Fai delle zucche di carta
11. Fai i fantasmi col tulle
12. Fai i festoni di carta
13. Fai le ombre cinesi
14. Fai quello che vuoi
15. Fai un disegno spaventoso
16. Fai uno scherzo al papà
17. Fai uno scherzo telefonico ai nonni
18. Giochiamo a “occhio al fantasma”
19. Inventa qualcosa coi LEGO
20. Inventa una pozione magica
21. Inventa una storia di paura
22. Regalino
23. Regalino
24. Ritaglia i fantasmi a spirale
25. Scherzetto
26. Scherzetto
27. Stampiamo dei disegni da colorare
28. Tenta la fortuna
29. Travestiti da Dracula
30. Travestiti da mummia
31. Trucca la mamma

Buon calendario di Halloween !

La Tartaruga casalinga

In questi giorni sono presa ad organizzare la festa di compleanno per Leo.

Gli anni scorsi aveva voluto festeggiare solo con nonni e zii e avevamo organizzato una grigliata in giardino; una volta aveva scelto una festa a tema Shrek e l’altra a tema Avengers, ma erano bastati dei palloncini e qualche stampa per rendere la festa “a tema”, come avevo mostrato nel post sulla festa Shrek.
Quest’anno invece ha deciso che vuole festeggiare insieme ai suoi compagni di asilo e non solo con noi in famiglia.

Recentemente sono nati parecchi posti dove poter fare una festa di compleanno, ludoteche dove ti organizzato tutto loro, dagli inviti, alla torta all’animazione. Io però che sono amante del fai da te ho deciso di volerci provare da sola.
Così ci siamo armati di tanta pazienza e di un bel quadernino per prendere gli appunti e abbiamo iniziato a pianificare insieme.
Per prima cosa abbiamo deciso che inviteremo al massimo 20 bambini, certo qualcuno non verrà ma tutti verranno accompagnati da almeno un genitore, se non due più eventuali fratellini, alla fine credo che saremo almeno una cinquantina di persone…
Quindi abbiamo scelto il luogo adatto per la festa.
Inizialmente volevo farla al parchetto comunale, ma di sabato pomeriggio in maggio c’è un sacco di gente e occupare un angolo solo per noi non mi sembrava carino (oltre che non essere proprio legale… avrei dovuto portare tavoli e sedie e qualcuno avrebbe potuto fare storie).
Allora ho affittato una sala in un circolo culturale, ma ci sono anche oratori o associazioni che affittano spazi a prezzi bassi.

Vorrei che fosse una festa rispettosa per l’ambiente, riducendo al minimo le cose usa e getta, evitando gli sprechi e le “plasticate” inutili.
Piatti, bicchieri e posate però devo per forza comprarli usa e getta.
Facendo la festa al di fuori di casa non posso certo portarmi indietro 50 piattini e 50 forchette sporche da lavare…
Visto che la festa sarà a tema Avengers (ancora…) ho ordinato su internet un kit composto da piatti, bicchieri, tovagliolini e tovaglia coordinati, in un numero pari a circa metà invitati. Poi ho acquistato al supermercato altri piattini, tovaglioli e posate tinta unita (rossi blu e verdi, come Iron Man, Capitan America e Hulk…)
Gli altri dettagli saranno tutti fatti da me. Stamperò foto, disegni da colorare, preparerò i festoni cercando di comprare meno cose possibili.

Per gli inviti ho preso una foto da internet, poi usando un programma di fotoritocco ho aggiunto le scritte e ho stampato gli inviti mettendone 6 in una pagina. Poi li ho ritagliati e distribuiti all’asilo.

Tutto il resto è ancora”work in progress”, la festa sarà fra una decina di giorni per cui ancora non so dirvi se preparerò i pop corn o se farò la macedonia. Sicuramente farò un altro post con i dettagli del resto dell’organizzazione della festa di compleanno
Per non perdermi nessun pezzo però ho preparato una bella lista delle cose da fare che potrete scaricare liberamente e usare.

Check list per organizzare una festa di compleanno

Il documento contiente un foglio riepilogativo con le informazioni necessarie per la festa di compleanno e una lista di cose da fare nei giorni precedenti. Spero vi sia d’aiuto. Buona festa !

la festa di compleanno dell'anno scorso